<?php echo e($model->title); ?>

Come combattere le rughe del viso

Sono un dato di fatto, ma non sono un male senza cura

Di Cocooners

Sempre più diffuso sugli scaffali della cucina, l’olio di cocco è un prodotto che si sta facendo gradualmente largo anche tra quelli del bagno. Questo prodotto commestibile infatti non è valido solo per preparare dolci vegani o ricette esotiche, bensì può rappresentare una vera e propria rivoluzione a basso costo per la cura delle pelli mature. Sono molte le persone che hanno sentito parlare dei benefici che l'olio di cocco promette di apportare per la beauty routine della pelle, soprattutto per quanto concerne il potenziamento dell’abbronzatura. Eppure i vantaggi dell’utilizzo di questo prodotto vanno ben oltre il nutrimento durante un bagno di sole. L'olio di cocco estratto a freddo vanta delle proprietà che lo rendono un valido alleato nella lotta contro le rughe, poiché imita l’azione protettiva, emolliente e nutriente del sebo. La pelle del viso è costellata di minuscole ghiandole sebacee destinate alla produzione di una sostanza oleosa che svolge un’azione lubrificante naturale e rende impermeabile la pelle. Un dato che probabilmente molti hanno constatato essere vero, comprovato del resto da diversi studi scientifici condotti in maniera indipendente, riguarda il fatto che la pelle grassa o mista sviluppa molto più tardi rughe e segni del tempo rispetto a quella secca. Ecco perché l’introduzione dell’olio di cocco, specialmente per coloro che hanno una pelle molto secca, può aiutare a ottenere una pelle più levigata e dall’aspetto sano. Per comprendere come sfruttare al meglio le potenzialità di questo elemento naturale è indispensabile approfondire alcune nozioni riguardanti la pelle e la sua evoluzione negli anni. Vediamo inoltre alcuni consigli su come curare la pelle del viso, contrastando le rughe con l’olio di cocco presente nelle formulazioni migliori dei prodotti dedicati alle pelli mature.

 

Dalla genetica ai fattori ambientali: capire la struttura della pelle

 

Il bagaglio genetico che una persona eredita al momento della nascita è destinato a essere influenzato da fattori ambientali. Inoltre, ogni fase della vita di un essere umano è accompagnata da cambiamenti che si riflettono naturalmente sul fisico. In tal senso non stupisce che la pelle rifletta tutti questi aspetti. Per strutturare una beauty routine adatta alle specifiche esigenze è fondamentale capire come funziona la pelle. Anche se sembra difficile considerarla tale, l’epidermide è un organo caratterizzato da un elevato livello di complessità. Nel processo che determina l’invecchiamento della pelle vi sono tre fattori principali da tenere in considerazione. Si tratta di collagene, elastina e cheratina, tre proteine che influiscono in maniera diretta sulla compattezza e sull’elasticità della pelle. Tra queste proteine la più conosciuta e probabilmente la più importante è il collagene, presente in abbondanza nella pelle. In virtù del suo ruolo cruciale di tessuto connettivo, il collagene permette alla pelle di avere un aspetto compatto, mantenendo le cellule saldamente legate tra loro. Come si evince dal nome, l'elastina è la proteina che permette alla pelle di godere di una notevole flessibilità. Infine la cheratina rappresenta una specie di barriera difensiva che funge da scudo per la pelle, proteggendola da ciò che può causare dei danni. Si tratta di una proteina molto resistente, in grado di assorbire gli effetti nocivi che derivano ad esempio da un’esposizione solare eccessiva e schermare di fatto gli organi interni dai potenziali danni. Questo è il bagaglio genetico con il quale tutti veniamo equipaggiati alla nascita, ma esistono numerosi fattori tra cui quelli ambientali che contribuiscono ad alterare la quantità di elastina, cheratina e soprattutto di collagene. Ecco perché le persone con il passare degli anni sono soggette alla comparsa di rughe, pur in maniera variabile a seconda dell'individuo.

 

Le cause delle rughe: a cosa prestare attenzione

Le rughe sono direttamente causate da compromissioni a breve oppure a lungo termine alla struttura molecolare che compone il delicato intarsio della pelle, del quale le tre proteine appena prese in considerazione sono elementi fondamentali. I danni prodotti a livello della pelle, che risultano poi nelle evidenti linee che segnano il passare del tempo, sono numerosi. Le rughe si formano infatti non solo con il passare degli anni, bensì a causa degli stress che la pelle avverte più di altri organi. Dal punto di vista funzionale, le rughe sono il risultato di un funzionamento compromesso della biomeccanica della pelle, che non riesce più a riparare i danni. Gli stress che influiscono sulla pelle sono numerosi e includono un'esposizione solare eccessiva, una scarsa qualità dell'aria (smog, polvere, ecc.), un'alimentazione scorretta e infine una routine di riposo poco regolare. Altri elementi che possono influire sulla capacità della pelle di auto-ripararsi e proteggersi dall'azione dei radicali liberi includono il fumo e un apporto insufficiente di acqua. L'invecchiamento cutaneo è di fatto il risultato di due azioni: la prima è intrinseca e dipende dalla diminuzione della durata della vita cellulare, e una seconda più esterna, legata a cause ambientali che variano in base allo stile di vita condotto da un singolo individuo.

 

Olio di cocco: cos'è e perché può fare la differenza per le rughe del viso

 

Ora che abbiamo compreso i principali elementi che contribuiscono all'elasticità della pelle e i fattori che determinano invece la sua progressiva diminuzione, è giunto il momento di approfondire il ruolo che può svolgere l'olio di cocco nel regalare maggiore compattezza, nonché un aspetto liscio e levigato al viso. Derivato non solo dalle noci di cocco, bensì da un estratto di varie parti dell’albero, comprese le palme, quest’olio si compone di numerosi acidi grassi, tra cui quello laurico, miristico, palmitico, caprilico e linoleico. Una volta questo prodotto era trattato alla stregua di un semplice grasso saturo da evitare, mentre oggi la cultura occidentale ha compreso grazie a numerosi test quel che svariate popolazioni indigene delle zone tropicali sanno da secoli, ovvero che l’olio di cocco è non solo un cibo nutriente, bensì una crema antirughe naturale. Sono davvero molti i benefici dell'olio di cocco per la pelle, poiché è stato dimostrato da diversi studi scientifici che esso rappresenta una fonte sicura per il nutrimento e l’idratazione della pelle. Inoltre, migliora la capacità della pelle di proteggersi in determinate situazioni, come ad esempio in presenza della dermatite atopica. La sua funzione di schermo protettivo va ben oltre, poiché aiuta la pelle a trarre riparo dai pericolosi raggi UVB, svolgendo al tempo stesso un’azione di supporto per tutti i tipi di pelli sensibili. Grazie alle sue proprietà idratanti, antimicrobiche e antinfiammatorie, l’olio di cocco costituisce un alleato indispensabile per promuovere la salute della pelle e una veloce guarigione dalle micro-ferite cutanee.

 

Olio di cocco per le rughe: una beauty routine contro gli effetti del tempo e dello stress

 

Una delle ragioni per le quali l'olio di cocco può risultare così importante per la cura quotidiana della pelle matura riguarda la sua somiglianza dal punto di vista della struttura molecolare con il naturale sebo prodotto dall’essere umano. Dalle piccole ghiandole destinate alla produzione di sebo viene rilasciata una sostanza oleosa che naturalmente protegge la pelle del viso dalle azioni dannose dei radicali liberi e delle tossine. L'olio di cocco imita sotto molti aspetti il funzionamento del sebo, svolgendo un ruolo protettivo e riparatore per la pelle. In tal senso diventa un punto di riferimento per le pelli mature. Una pelle costantemente idratata e nutrita con prodotti a base di olio di cocco sviluppa meno rughe. Oltre a lenire e attenuare quelle esistenti, l'olio di cocco previene attivamente la comparsa di nuove rughe. Inoltre, l’olio di cocco svolge una funzione anti-età aggiuntiva e davvero preziosa, in quanto è stato ampiamente dimostrato che stimola una produzione più copiosa ed efficiente di collagene, proteina cruciale per mantenere un viso elastico e compatto. L'olio di cocco si dimostra molto più efficace di altre tipologie di oli vegetali nel ritardare il naturale processo d'invecchiamento, poiché la sua formulazione contrasta direttamente l'ossidazione causata dai radicali liberi oltre ad assicurare un nutrimento profondo. L’olio di cocco si rivela indispensabile per assicurare idratazione soprattutto alla pelle secca e ottenere così un volto dall’aspetto sano e luminoso. Tuttavia è importante notare che l'olio di cocco deve essere estratto in maniera sostenibile, mantenendo il più possibile la purezza del prodotto senza che intervengano contaminazioni a livello industriale per alterare la qualità della materia prima. Ecco perché è fondamentale poter contare su marchi affidabili. Tra le migliori creme per pelli mature l’olio di cocco vergine rappresenta uno degli ingredienti principali: grazie a questo valido alleato del tutto naturale è possibile integrare nella propria beauty routine un importante supporto.

comments icon 1 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
profile image placeholder
Maurizia Mazzetta 3 settimane fa
3 settimane fa
Penso che possa risultare utile a parecchie Cocooners...per quanto mi riguarda, continuate!
Loading...