<?php echo e($model->title); ?>

Come mettere la matita per ingrandire l'occhio

Tanti trucchi per sfruttare al meglio il trucco

Di Cocooners

Quando si parla di make up, la matita occhi è uno dei principali strumenti e diventa un alleato estremamente importante a qualsiasi età, essendo in grado di trasformare lo sguardo in pochi semplici gesti.

Le linee, se eseguite con cura e precisione, possono intensificare la profondità degli occhi, facendoli apparire visivamente più grandi.

Per imparare come mettere la matita nel modo più corretto, però, è importante seguire step by step alcune piccole regole dettate dai principali esperti nel settore, cercando di realizzare un trucco che sia davvero d'effetto.

La matita, inoltre, può aiutare ad aprire lo sguardo anche quando la pelle non è più fresca come quella di un tempo e migliorare il trucco occhi a 60 anni: la zona perioculare, infatti, è una di quelle che più risente dello scorrere degli anni, assottigliandosi sempre di più fino a perdere tonicità e lucentezza. Ecco perché, in questi casi, un make up ben realizzato può diventare un'arma vincente.

Nel presente articolo, vi aiuteremo a scegliere la matita occhi più indicata, svelando alcuni beauty secrets per poterla applicare al meglio.

Come si mette la matita sugli occhi: tutte le combinazioni

Prima di imparare come si mette la matita sugli occhi, è importante sapere che, per dare profondità e aprire lo sguardo, bisogna truccare principalmente la rima superiore.

In questo modo, contornando solo una parte dell'occhio, si crea un immediato effetto ottico tale per cui questo apparirà più aperto e luminoso. Grazie all'ampia gamma di combinazioni e colori, è possibile abbinare la matita al resto del make up o all'abbigliamento, in base all'effetto che vorrete ottenere e secondo le vostre preferenze.

Anche la profondità può notevolmente cambiare a seconda della tonalità della matita e dello spessore della riga, per cui il risultato sarà molto diverso utilizzando una matita dai colori pastello oppure una color carbone. Allo stesso modo, questo effetto può essere mitigato oppure intensificato grazie a un utilizzo sapiente di ombretti e mascara.

Diciamo che, qualsiasi siano i vostri gusti in fatto in make up, il trucco sulla rima superiore è il punto chiave per cercare di ingrandire gli occhi senza appesantirli, garantendo inoltre una buona dose di personalizzazione. È anche possibile optare per una matita più o meno morbida, in modo da poterla eventualmente sfumare e creare uno splendido effetto smokey eyes.

Matita nera o matita chiara?

Quando si ha l'obiettivo di allargare lo sguardo, l'uso della matita scura è assolutamente sconsigliato per la rima inferiore dell'occhio, a meno che non si tratti della parte più esterna. Truccare l'intera rima cigliare, infatti, tende a rimpicciolire gli occhi, per cui è sempre meglio cercare di marcare soltanto la parte finale delle ciglia, sfumando con cura.

Discorso a parte va fatto per la matita chiara, che è sempre più diffusa anche tra i non addetti ai lavori. Si tratta di un cosmetico di tipo strategico, in quanto consente di valorizzare alcuni punti dell'occhio in modo intelligente, grazie a un'illusione ottica data dalla luce, facendolo apparire più grande e profondo.

In questo caso, la matita chiara va utilizzata specificatamente sulla rima inferiore, delineando con precisione dall'angolo interno fino ad arrivare a quello più esterno. La riga dovrà essere continua e senza stacchi, coprendo anche il piccolo lembo di pelle che si trova vicino alla sclera.

Un piccolo stratagemma per ottenere un effetto che sia quanto più possibile naturale, è quello di sfumare poi con un pennellino, cosicché l'intera zona appaia più luminosa.

Quando si acquista una matita chiara, è sempre meglio assicurarsi che questa sia waterproof, dal tratto fino e definito, non cremosa: sceglietela color burro se avete gli occhi scuri, mentre preferitela color carne in caso di iridi chiare, altrimenti potreste rischiare di ottenere un effetto decisamente innaturale.

Imparare come mettere la matita per allungare l'occhio

Per creare un effetto illusorio, definendo l'occhio e facendolo apparire più grande, è bene applicare sempre una matita nera nella parte superiore, abbinandola a quella chiara sulla rima inferiore. Si tratta di un semplice gioco di chiaro e scuro, tale per cui, utilizzando la matita solamente in alcune zone, si riesce a rendere lo sguardo aperto, facendo sì che l'occhio sembri più grande.

Per completare il trucco si consiglia di applicare una matita dall'angolo esterno fino al centro, in modo tale che l'occhio appaia più pieno e profondo. In particolare, se amate l'effetto sfumato, la matita kajal è la più indicata e permette di realizzare un make up morbido e molto intenso.

Per chi, invece, è alle prime armi, la matita automatica è la scelta più azzeccata; la texture è morbida e ciò ne facilita l'utilizzo, oltre ad avere la comodità di essere sempre pronta all'uso.

Il trucco cat eye è estremamente funzionale in questi casi, dal momento che consente di allungare l'occhio sfumando la matita verso l'alto per disegnare l'iconica coda. La differenza tra il prima e il dopo non lascia spazio a dubbi e noterete subito quanto possa cambiare lo sguardo in pochi semplici mosse.

Per allungare lo sguardo è fondamentale cercare di sollevare leggermente il tratto nella parte finale: per ottenere questo effetto, si consiglia di lasciare vuoto l'angolo interno dell'occhio, per concentrarsi su quella esterna. Questo step è molto importante, in quanto permette di evitare di conferire all'occhio una forma tondeggiante.

In pratica, bisogna procedere tracciando una linea decisa e senza interruzioni sulla rima cigliare esterna superiore, partendo da metà occhio in direzione delle tempie, verso l'esterno del volto. La stessa cosa andrà fatta per quella inferiore, per poi utilizzare un pennellino per sfumare la matita. Le zone non interessate dal make up possono essere lasciate al naturale oppure truccate con una matita più chiara.

Per chi preferisce un risultato più deciso, è possibile inspessire il tratto e creare una riga più forte. In questo caso, l'effetto è migliore quando si ha molto spazio sulla palpebra mobile, in modo da non schiacciare lo sguardo, appesantendo.

Come truccarsi a 60 anni

Con il passare del tempo, iniziano a comparire le prime rughe e la pelle perde elasticità. Di conseguenza, anche l'applicazione del make up può risultare più difficoltosa, con il rischio di non saper più nascondere i difetti o, viceversa, evidenziare i propri punti di forza.

Per truccarsi bene anche a 60 anni è fondamentale tenere ben presenti quali sono le caratteristiche del proprio volto. Il trucco, infatti, dovrà adattarsi alle caratteristiche di una pelle matura, puntando su elementi che conferiscano luce e compattezza.

Per quanto riguarda gli occhi, è necessario considerare che anche l'epidermide delle palpebre non sarà più quella di un tempo e potrebbe risultare assai più complicato stendere correttamente la matita. Ci sono casi in cui la palpebra è poco segnata, mentre altri in cui è più evidente un cedimento e la palpebra fissa va a ricoprire quasi interamente quella mobile.

Ciò inciderà molto sulla qualità dello sguardo, facendo apparire gli occhi piccoli e spenti.

Come ben descritto nel link precedente, il make up può diventare un importante alleato di bellezza; il focus sarà principalmente incentrato sugli occhi, per cui sarà necessario sottolinearne l'intensità con una matita, facendo apparire lo sguardo più profondo e penetrante. Generalmente, è sconsigliato utilizzare texture in crema e finish glitterati/metallizzati, in favore di tonalità più neutre e non troppo sature a livello cromatico.

Per ingrandire gli occhi, vale sempre la regola di creare un punto luce nella zona interna degli occhi, in modo da illuminare lo sguardo. Con la matita scura, nera o marrone, si procederà con la definizione della rima cigliare, creando volume e continuità; la riga così realizzata andrà poi sfumata con il pennello, rendendo il tutto più soft e meno definito.

L'effetto strong, infatti, risulta spesso fuori luogo e tenderebbe a mettere in evidenza i segni del tempo, piuttosto che nasconderli.

È chiaro che il trucco non deve diventare un tabù e invecchiare non deve significare rinunciare al make up. Grazie a semplici espedienti sarà possibile essere affascinanti a qualsiasi età.

Beauty tips per migliorare la tenuta e l'effetto finale

Per evitare l'effetto panda e far sì che il vostro make up sia impeccabile per tutto il giorno, si consiglia, prima di applicare la matita, l'utilizzo di un primer specifico per la zona occhi, in modo tale che la tenuta sia sempre perfetta. Il primer, infatti, permette di ottenere un effetto uniforme, evitando che la matita possa migrare in altre parti dell'occhio, rovinando l'intero effetto.

Così, come il primer, anche l'utilizzo di un ombretto opaco può aiutare a minimizzare eventuali sbavature, aumentando la tenuta del make up; vi basterà picchiettarne una piccola quantità direttamente sopra la matita, una volta terminata l'applicazione, fissando così il prodotto e prolungandone la tenuta.

È buona abitudine che la matita sia sempre ben appuntita, avendo cura di riporla al sicuro e con l'apposito tappo inserito.

Infine, per cercare di evitare sbavature e per assicurarsi di ottenere un tratto diritto e definito, è sempre meglio trovare un piano di lavoro comodo e pratico, che permetta di appoggiare il gomito. Durante la stesura, si suggerisce anche di alzare leggermente il mento, in modo tale che l'applicazione risulti facilitata.

Per concludere, gli occhi rivestono un ruolo primario a tutte le età e, quando si parla di make up, tutti desiderano sapere come utilizzare al meglio gli strumenti a disposizione.

La matita, in questo caso, diventa uno degli strumenti più semplici ed efficaci per far apparire gli occhi più grandi e intensi, ringiovanendo lo sguardo e donando luce all'intero volto.

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...