<?php echo e($model->title); ?>

Make up e mascherina, un binomio possibile

Prodotti no-transfer e stratagemmi per non rinunciare al trucco.

Di Veronica Timperi

Gli occhi sono lo specchio dell'anima, ed oggi più che mai vanno valorizzati perché, indossando le mascherine sono l'unica parte del corpo con cui possiamo comunicare all'esterno anche senza parole.  Indossare la mascherina, insomma, non significa rinunciare al trucco. Il make-up, semplicemente, è cambiato in tempi di Covid-19, facciamo più attenzione alle palpebre e alle sopracciglia e, se proprio scegliamo di indossare un rossetto, dobbiamo prediligere i no-transfer, senza però dimenticare di idratare e curare la pelle perché tnt e cotone a stretto contatto col viso possono provocare degli inestetismi cutanei. 
 

Primo step: prima del make up curare e idratare la pelle

"Come prima cosa, prima del make up va preparata la pelle, usando un buon latte detergente e un tonico senza SLES e parabeni", spiega Pablo, make up artist di Gil Cagné.  "Passiamo poi  ad applicare una crema idratante, necessaria poiché la mascherina tende a seccare la pelle: mi raccomando, la crema dovrà essere idrofila e non lipofila, così da impedire che la pelle sudi eccessivamente". Il passo successivo è fondamentale, la scelta del primer. "Evitate i primer con i siliconi perché sembrano leviganti, ma in realtà occludono i pori e, se usati quotidianamente, possono causare dermatiti o brufoletti, già provocati dal prolungato uso della mascherina che crea un effetto occlusivo", consiglia il make up artist.  "Con un pennello a setole morbide, applicate un primer a base di sericina  e collagene marino, che favoriscono l’elasticità della pelle, per poi procedere con il correttore, importante per coprire le discromie e le occhiaie, picchiettando delicatamente con i polpastrelli dall’interno verso l’esterno dell’occhio, e terminare con un fondotinta liquido molto leggero, concentrandovi su fronte e centro viso, mentre nel terzo inferiore, quello coperto dalla mascherina, il prodotto andrà sfumato". Anche se si indossa la mascherina, il contouring non può mancare. "Basterà passare il fard bronze su entrambi i lati del viso e disegnare con il pennello una C che andrà dall’angolo della fronte fino allo zigomo". 
 

Secondo step: esaltare lo sguardo

Solo dopo aver finito con la base dell'incarnato si passa agli occhi. A partire dalle sopracciglia che hanno assunto un ruolo da protagoniste. Dimentichiamoci le ali di gabbiano spennacchiate e le forme sottili come negli anni ‘70. L’industria cosmetica ha cavalcato questa ritrovata attenzione e, in tutto il mondo, è stato il boom. Indispensabili i kit per la cura e la bellezza delle sopracciglia, come matite e pennelli di precisione per delineare e riempire, ma anche mascara effetto gel per pettinare e fissare.  Per il rimmel si può osare anche qualcosa di colorato ma è necessario scegliere lo scovolino perfetto e la texture capace di evidenziare le ciglia. Gli ombretti meritano un capitolo a parte. Tutti quelli neutri, impalpabili, beige che per tanti anni sono stati fedeli compagni di make oggi vengono affiancati anche da tonalità più audaci. Appena si esce, colorare gli occhi è la nostra risposta alla mascherina quando la voglia di splendere e di positività è più forte di tutto, anche della pandemia. "La scelta dell’ombretto va fatta a seconda della stagione armocromatica a cui appartenete", dichiara Pablo di Gil Cagné. Per stagione armocromatica si intende la palette che meglio si intona al colore di capelli, incarnato ed occhi, anche se quando si va sui toni bronze non si sbaglia mai, sono il classico passepartout.  "Sull’applicazione consiglio invece di stendere un colore intenso, scuro, sulla palpebra mobile, la transizione nella piega, e il punto luce sotto l’arcata sopraccigliare. Per rendere l’ombretto cremoso così da fissarlo meglio e in modo più duraturo si può bagnare il pennellino piatto con il tonico con l’acqua termale".
 

Terzo step: usare rossetti no transfer o piccoli stratagemmi per fissare

Coloro che non vogliono rinunciare al rossetto possono seguire dei piccoli stratagemmi.  "Mettete un velo di lip balm e tamponatelo, disegnate le labbra con una matita del colore del vermiglio procedendo dall’interno verso l’esterno e viceversa, applicate la matita labbra all’interno e sfumate con il pennellino. In alternativa potete applicare una delle tinte labbra che ora stanno spopolando a causa del no transfer. Si tratta di un rossetto liquido che una volta asciutto diventa opaco e si fissa perfettamente senza lasciare tracce sulla mascherina".

 

Pronte a uscire con mascherina e make up?

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...