<?php echo e($model->title); ?>

Cos’è l’incontinenza urinaria maschile?

L’incontinenza urinaria maschile è sintetizzabile in cinque diversi disturbi

Di Cocooners

L’incontinenza urinaria nell’uomo è una condizione che oltre ai disagi oggettivi crea spesso una condizione soggettiva di imbarazzo e vergogna, quando chi ne soffre pensa di essere percepito come un bambino o ad anziano invalido. In realtà ne soffre circa il 6% della popolazione maschile e l’età in cui si presenta è progressivamente più bassa a causa degli stili di vita sedentari. Parlarne, confrontarsi, trovare le informazioni corrette è fondamentale, così come è importante non nascondere i primi episodi e parlarne subito con il proprio medico per comprendere come affrontarla e predisporre un percorso di cura e gestione. L’incontinenza urinaria maschile ha diverse cause che possiamo sintetizzare in cinque diversi disturbi

1. Incontinenza da urgenza

Questo è uno dei tipi più comuni, il cui sintomo principale è un’improvvisa urgenza di svuotare la vescica: praticamente, il cervello ordina alla vescica di svuotarsi anche se non è ancora piena. Altri sintomi includono impossibilità nel trattenere l’urina, urinare nel sonno e necessità di urinare dopo aver sentito il rumore dell’acqua, dopo averla toccata o dopo essere stati in un luogo freddo.

2. Incontinenza da stress

Ugualmente comune è l’incontinenza da stress, con perdite legate alla pressione sulla vescica, ad esempio quando si starnutisce, tossisce, ride, solleva qualcosa o si cambia posizione.

3. Incontinenza da rigurgito

L’incontinenza da rigurgito si verifica quando la vescica non si svuota del tutto dopo essere andati in bagno. Quando la vescica si riempie di nuovo, possono fuoriuscire piccole quantità di urina e ciò può anche portare a perdite dopo la minzione. È anche possibile riscontrare difficoltà a iniziare la minzione, un flusso di urina debole, necessità di alzarsi di notte per urinare o frequenti infezioni alle vie urinarie.

4. Incontinenza mista

Si parla di incontinenza mista quando si rileva una serie di sintomi legati ai diversi tipi di incontinenza menzionati in precedenza.

5. Incontinenza passeggera

Nell’incontinenza passeggera i sintomi della vescica iperattiva sono temporanei, di solito in concomitanza di una malattia. Ad esempio, quando si è raffreddati, starnuti e colpi di tosse mettono sotto eccessiva pressione la vescica e causano perdite di urina.

L’incontinenza urinaria nell’uomo può anche essere legata ad altre condizioni, come problemi di prostata od obesità. Spesso completamente innocua, è solo una condizione scomoda che può essere gestita con un adeguato stile di vita, con dieta equilibrata ed esercizio, utilizzando prodotti per l’incontinenza che oggi hanno raggiunto elevati livelli di discrezione, comfort e sicurezza.

Anche la vescica iperattiva può causare incontinenza nell’uomo. Tuttavia, è diversa dall’incontinenza urinaria poiché comprende sintomi di diversi tipi di vescica iperattiva. I sintomi di una vescica iperattiva sono: improvvisa urgenza di svuotare la vescica, difficile da controllare; perdite dopo una sensazione improvvisa e urgente di urinare; minzione frequente (più di otto volte in 24 ore) e svegliarsi più di due volte a notte per urinare.

Come l’incontinenza, la vescica iperattiva può essere gestita con modifiche al proprio stile vita, uso di prodotti per l’incontinenza e approcci più medicalizzati, come un orario stabilito per svuotare la vescica.

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...