<?php echo e($model->title); ?>

Alcuni consigli su come trattare la pelle matura

Caratteristiche e cosa fare, quando la pelle ha superato i 50 anni

Di Cocooners

Molte donne guardandosi allo specchio notano cambiamenti sul viso che non è più come quello di un tempo e vorrebbero avere dei consigli per la pelle matura.

Sapere cosa fare per prevenire e combattere i segni del tempo è utile già a partire da circa 35 anni.

Il peso degli anni, tuttavia, non è uguale per tutti in quanto l'aspetto esteriore è influenzato da diverse variabili, a cominciare dal proprio fototipo.

Altri fattori che possono favorire un'epidermide stanca, opaca e poco tonica sono anche le cattive abitudini come il fumo e l'alcool, uniti a un'alimentazione povera di frutta e verdura ma ricca di grassi e zuccheri.

Influisce negativamente anche la sedentarietà in quanto, non sudando per la scarsa o assente attività fisica, la pelle non elimina le tossine.

Nondimeno anche le esperienze di vita e gli agenti atmosferici svolgono un ruolo di primo piano riguardo all'azione del tempo.

Le soluzioni ci sono e bisogna cominciare presto a prendersi cura della propria pelle con prodotti di bellezza indicati, trattamenti estetici, alimentazione adeguata e anche con il trucco.

Cosa vuol dire pelle matura

La pelle è a tutti gli effetti un organo, il più esteso del corpo e anche quello che richiede attenzioni particolari, perché è letteralmente come un abito da indossare.

Il fatto di "utilizzarlo" tutti i giorni ha le sue conseguenze, in quanto è soggetto a deperimento, quindi a cedimenti cutanei, alla comparsa di macchie solari e all'iperpigmentazione e altri disturbi, non ultimo la scarsa idratazione e soprattutto le rughe.

Questo processo comincia già intorno ai 35 anni e per capire cosa vuol dire pelle matura basta rifarsi ai segnali che manifesta.

Le prime evidenze oltre alle micro rughe, sono anche la perdita dell'ovale del viso, con il prolasso che si evidenza ai lati del mento o il colorito spento oltre alle discromie cutanee causate dalle lentigo solari.

Per capire cosa vuol dire pelle matura si fa riferimento anche all'assottigliamento della cute e a una maggiore sensibilità con arrossamenti e la formazione di lividi per la fragilità capillare che si notano in seguito a traumi di varia natura.

La pelle matura denota una progressiva diminuzione della produzione di collagene, elastina e acido ialuronico per l'azione dei radicali liberi e di una progressiva disfunzione dei fibroblasti e dell'equilibrio idrolipidico.

La conoscenza delle caratteristiche della senescenza della cute permettono di mettere in atto efficaci soluzioni per rallentare e, quindi, ritardare l'azione del tempo.

Le caratteristiche della pelle matura: prendersene cura

Alcune delle caratteristiche della pelle matura sono già state elencate e a queste se ne aggiungono altre.

È bene conoscerle per capire come comportarsi di fronte a un qualsiasi inestetismo correlato, che si tratti del viso o del corpo e mettere in campo fin da subito ogni mezzo per mantenere o recuperare un aspetto estetico soddisfacente.

Il segreto per combattere in generale i segni del tempo su una pelle matura è cominciare molto presto a prendersene cura, quindi già intorno a 30 anni.

Una delle caratteristiche di questo tipo di cute è il prolasso dei tessuti, quindi la tendenza al rilassamento con la comparsa di borse, occhiaie, dilatazione permanente dei pori, rughe sia d'espressione sia di nuova formazione.

La parola d'ordine è idratazione, che si può realizzare sia attraverso una regolare assunzione di liquidi, proporzionata all'eventuale attività fisica, reintegrando i sali minerali perduti attraverso il sudore, sia attraverso l'applicazione di creme contenenti sostanze nutrienti.

Bisogna bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e, se si arriva a 2, è tanto di guadagnato.

In tal modo si depura l'organismo e si eliminano tutte quelle tossine che si accumulano, agendo anche sul colorito spento della cute.

Le creme migliori per la pelle sono quelle che contengono pochi ingredienti e che hanno la certificazione biologica.

La natura, infatti, offre diverse soluzioni per l'idratazione e l'azione emolliente di tutti i tipi di pelle, con una concentrazione più o meno alta di oli naturali: olio di mandorle dolci, di jojoba, di avocado, d'oliva, sono solo alcuni di quelli più noti e salutari.

Riescono infatti a penetrare grazie a massaggi circolari attraverso i pori e a riattivare quel meccanismo di idratazione così importante per avere anche una pelle luminosa.

A tale proposito un colorito giallognolo è anche conseguenza del fumo di sigaretta, dell'esposizione al sole senza un'adeguata protezione o nelle ore centrali della giornata, che lasciano anche delle macchie sul lungo periodo, oltre a essere potenzialmente causa dei melanomi.

L'abbronzatura deve essere una pratica responsabile e la verità è che, a fronte della tintarella senza protezione in giovane età, non corrisponde certo un'evoluzione cutanea senza conseguenze.

Le rughe ne sono un esempio, in quanto si vanno a formare con il cedimento della rete di fibroblasti, che vanno sostenuti da integratori a base di vitamina A, B, C ed E note per il loro potere antiossidante.

L'invecchiamento della pelle è comunque un fattore genetico dove intervengono anche gli effetti ormonali, come accade nella donna con la menopausa e nell'uomo con l'andropausa.

Per questo esistono cure sostitutive che possono arrestare questo processo e restituire anche quella serenità psicologica nell'affrontare al meglio l'età che avanza e le difficoltà a essa correlate.

Consigli per una pelle matura: come mantenerla in forma

Oltre a quanto detto si può fare molto per mantenere la pelle matura in forma e ritardare quanto più possibile l'azione dei radicali liberi e del tempo che passa.

La skin care quotidiana è una delle migliori abitudini a favore di una pelle in forma anche dopo i 60 anni.

Bisogna scegliere creme intensamente idratanti a base naturale per la notte e per il giorno. Queste ultime devono sempre avere un grado di protezione molto alto contro i raggi UV.

Nelle ore notturne, invece, la cute ha bisogno di nutrimento, per evitare secchezza, desquamazione e irritazioni. Entrambi i prodotti in crema devono avere una buona percentuale di collagene ed elastina, per prevenire e attenuare le rughe e il rilassamento cutaneo.

Inoltre, tali sostanze combattono efficacemente anche la comparsa di lentigo solari, perché sono protettive.

Per il contorno occhi, che è molto delicato, è sempre bene utilizzare prodotti ad hoc, come un siero a base di acido ialuronico per attenuare la presenza di occhiaie e borse.

Queste ultime si possono trattare anche con impacchi freddi di pochi minuti, per ridurre l'edema.

Per far scomparire le stesse occhiaie sarà necessario il trucco, con un correttore che abbia pigmenti verdi o arancio rispettivamente utili per il rossore e le zone scure. Il make-up è in grado di cancellare qualsiasi discromia cutanea.

A proposito di macchie della pelle per prevenirle è utile fare uno scrub almeno 2 volte al mese per togliere quello strato che naturalmente si forma di cellule morte. Nei prodotti usati deve essere presente l'acido glicolico, che è notoriamente un acceleratore del ricambio cellulare grazie all'azione esfoliante.

Il risultato di questo trattamento di bellezza periodico, che si può fare anche a casa, sarà non solo una pelle gradevolmente levigata, ma anche una stimolazione della vascolarizzazione periferica dell'epidermide.

La causa principale dell'eventuale pallore, o comunque della perdita di un colorito rosaceo, è la scarsità di ossigeno cellulare. Quest'ultimo può essere riattivato grazie a un miglioramento della circolazione sanguigna locale, in grado di rigenerare i tessuti, anche quelli della pelle matura, se stimolato nel mondo giusto.

Uno degli inestetismi più temuti della pelle matura sono le rughe che, come accennato, si possono prevenire con l'idratazione e il nutrimento adeguato.

Nel caso però non dovessero bastare, ci si può sottoporre a un peeling cosmetico anche leggero, per eliminare l'ultimo strato di pelle e levigare rughe, ma anche cicatrici ed eventuali segni lasciati dall'acne o dalle malattie esantematiche, come la varicella.

Oltre che per il livellamento cutaneo, il peeling è utile per stimolare al massimo la rigenerazione cellulare per la ricostruzione naturale dell'ultimo strato di pelle.

Questo permette di attenuare doppiamente questi segni del tempo e di restituire, inoltre, luminosità e un colorito più naturale. Il peeling cosmetico è sempre consigliabile farlo presso un centro estetico da personale esperto.

Altro consiglio per la pelle matura è seguire un'alimentazione ricca di fibre, quindi di frutta, verdura, legumi e di proteine nobili, contenute soprattutto nel pesce azzurro e nelle carni bianche.

La pelle rispecchia lo stato dello stesso organismo che, se sta bene, restituirà un'esteriorità altrettanto positiva e attraente.

La cute matura a cui prestare attenzione non è solo quella del viso, che è comunque importante per aumentare la propria autostima e avere più fiducia in se stessi.

Il corpo richiede altrettante cure, a cominciare dagli accumuli di grasso che possono portare alla cellulite, quindi alla nota pelle a buccia d'arancia.

Anche qui la causa è una cattiva idratazione, un'alimentazione ricca di sodio che trattiene i liquidi e i grassi, che provocano la formazione dei cuscinetti adiposi.

Un cambiamento dello stile vita è necessario non solo per un fattore estetico, ma di salute dell'intero organismo.

Meno grassi, attività fisica anche leggera ma regolare, alimentazione sana sul modello della dieta mediterranea, con porzioni adeguate e modalità di cottura leggere sono quello che ci vuole per avere una pelle del corpo liscia, tonica, senza accumuli adiposi ed elastica.

La questione del sovrappeso incide molto proprio sull'elasticità della pelle che, se sottoposta a continui cambiamenti di peso, non solo tende a rimanere flaccida, ma porta alla comparsa delle smagliature.

Si tratta di distensioni localizzate che compaiono in seguito a una sorta di "strappo" cutaneo difficilmente recuperabile, se non prese in tempo e trattate con creme fortemente idratanti.

Dopo ogni doccia è bene usare prodotti che impediscano la secchezza e anche il gonfiore se si sta molto in piedi o seduti per evitare la comparsa delle teleangectasie o fragilità dei capillari. Queste ultime, se creano disagio, possono essere trattate con la scleroterapia attraverso il laser o con la luce pulsata.

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...