<?php echo e($model->title); ?>

L'associazione Rock10&lode supporta i nonni rock

Perché per le passioni grintose non è mai troppo tardi

Di Cocooners

Quante volte abbiamo pensato di lanciarci a corpo morto dentro una passione che ci ha sfiorato periodicamente durante la vita, ma non abbiamo mai avuto il coraggio di affrontare fino in fondo? E poi arriva quel momento in cui tutto è davvero possibile. I figli crescono, il tempo si dilata e si prova, di nuovo, la voglia di buttarsi dentro un sogno perché è giusto farlo ed giusto andare incontro alle possibilità che ci si presentano, soprattuto quando c'è un talento. E' quello che ha pensato Gianni Zichichi presidente di  Rock10&Lode, associazione palermitana che da tempo si occupa di promuovere e valorizzare i giovani musicisti e autori e che gestisce progetti formativi e culturali in ambito locale ed europeo, ma che evidentemente non si è limitata a curarsi solo delle nuove generazioni. Infatti, lo scorso anno, ha dato vita a un nuovo progetto indirizzato agli over 65: “Nonno, scrivi una canzone!– percorsi creativi e di socializzazione per la terza età”. «Da anni la nostra associazione si è occupata di giovani» dice a Cocooners Gianni Zichichi «ma con questa iniziativa abbiamo voluto fare qualcosa di diverso, qualcosa per i nostri padri, nonni, insomma, qualcosa per i BOOMER come me».

Laboratori musicali per over 65


Complice il lockdown dello scorso anno, è nata l'idea di proporre dei laboratori in cui alcuni autori ed esperti insegnano semplici ed intuitive tecniche per la scrittura di canzoni. I "nonnini" hanno, tra l'altro, incrementato i loro rapporti sociali grazie a Zoom, luogo virtuale dove si tengono gli incontri e le lezioni. Il focus del laboratorio è quello di insegnare le principali tecniche per scrivere canzoni, soprattutto per quanto riguarda i testi (infatti non tutti i partecipanti  possiedono già competenze musicali).  Interviene Gianni: " Da noi non si insegna "Musica" nel senso classico del termine. Ad esempio, da qualche mese i partecipanti hanno attivato autonomamente (sotto la guida di una delle  partecipanti che è maestra di musica) un percorso finalizzato alla creazione di un coro".

 

Gli appuntamenti del corso

L'impegno richiesto per aderire all'iniziativa non è particolarmente pressante, infatti, i partecipanti si riuniscono una volta alla settimana. La durata del laboratorio è di circa due ore; inoltre è attiva una chat che durante gli altri giorni (ma è possibile usare anche la mail) consente di effettuare scambi di proposte di testi, musiche e che consente di collaborare a distanza, senza la necessità di incontrarsi e "assembrarsi".

Ma non è tutto: il risultato di questo bellissimo progetto approderà anche su un CD che raccoglierà, per il momento, solo alcuni dei brani realizzati in questi mesi nei vari laboratori. 

Insomma, come diceva qualcuno, "sarà capitato anche a voi di avere una musica in testa". Bene, cantatela

 
comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...