<?php echo e($model->title); ?>

Il giardino verticale fatto in casa

Un viaggio tra oriente e occidente, a casa tua

Di Cocooners

Quando si parla di giardino verticale fai da te, vengono in mente le suggestive composizioni verdi che vivono sospese nelle nostre case, nei nostri appartamenti, e svolgono il ruolo importante di creare un angolo verde in cui rifocillarsi dalla giornata pesante di lavoro e dal grigiore della città urbana. Le pareti verticali green sono una sorta di tappeto erboso che si propaga lungo il muro e sfrutta le altezze per svilupparsi, diventando in questo modo intelligenti strategie salva-spazio utili a ricrearsi un rettangolo verde e personalizzato, soprattutto se non si dispone dello spazio per crescere un orto o curare un giardino.La parete vegetale è suggestiva, scenografica, emozionante: la crescita e il suo sviluppo non sono lasciati al caso, ma tutto è ordinato in modo rigoroso, tramite potature periodiche e irrigazioni costanti. Dietro a una parete giardino verticale esiste un progetto molto accurato del designer che riesce a strappare dalle altezze una porzione di spazio e riservarlo a qualcosa che comunemente sta sotto ai piedi e viene calpestato dalle nostre scarpe.

Continuiamo questo emozionante viaggio nelle pareti verdi, ricordandovi, cari amici di Cocooners, che questo trend che si può trovare negli appartamenti più signorili, ha riferimenti che arrivano direttamente dalle scienze botaniche e dalla biologia: stiamo parlando del biologo francese Patrick Blanc che per primo ha sperimentato la magia di avere in casa un giardino pensile.

Se il vostro sogno è quello di ricrearvi in casa un giardino verticale fai da te, sappiate che in realtà questo trend ha delle ragioni fortemente sociali e collettive, legate a un nuovo approccio eco-sostenibile.

Nelle metropoli e nelle capitali del mondo si parla sempre più spesso della presenza di isole calde che non sono altro che l'effetto dell'urbanizzazione e dell'industrializzazione nelle città contemporanee.

Fumi, gas di scappamento delle automobili, ma anche i vapori provenienti dai motori di fabbriche e industrie, scaldano irrimediabilmente l'atmosfera; le temperature aumentano a livelli insostenibili per l'uomo, ma soprattutto per l'eco-sistema che lo circonda, comprese la flora e la fauna del territorio.

Si ha la necessità di raffreddare le nostre case e i luoghi dove viviamo e lavoriamo, attraverso impianti di condizionamento che contribuiscono a produrre altra combustione.

In parole povere, ci inerpichiamo in un circolo vizioso che produce smog, inquinamento e calore eccessivo, tutti fattori che, ad esempio, partecipano al surriscaldamento globale e allo scioglimento dei ghiacciai, con conseguenze davvero catastrofiche per il nostro ambiente.

Per fare spazio all'edilizia, si sono smantellati gli spazi vegetativi e il risultato è un insieme di isole di cemento, impermeabili, dei non-luoghi invivibili per l'uomo: basti pensare all'effetto serra e alle sue conseguenze irrimediabili sugli agenti atmosferici, per capire la gravità della situazione!

Per contrastare questo forte disagio, si è sviluppata negli anni la cosiddetta bio-architettura, nata dall'esigenza di recuperare gli spazi verdi nel tessuto urbano e far dialogare natura ed edilizia in un rapporto vicendevole e fruttuoso.

Il Mur Végétal è l'esperimento precursore della parete verde in casa, l'escamotage con cui Patrick Blanck ha rivoluzionato il modo di costruire e fare della bio-architettura efficace e utile al cittadino.

Il biologo e designer di esterni ha realizzato più di 200 pareti vegetali in giro per il globo, tra cui nelle maggiori metropoli come Parigi, Londra, New York, Sidney, Nuova Delhi, Madrid: l'obiettivo è di far funzionare assieme natura e tecnologia, in un rapporto reciproco che unisca biodiversità, utilizzo delle risorse energetiche alternative e rinnovabili, assieme alla resa estetica di meravigliosi quadri verdi sulle pareti cittadine.

Un giardino fai da te sulla parete della vostra casa

Volete anche voi sperimentare questo trend nel privato della casa e dell'appartamento, così da creare uno scenografico balcone parete personalizzato?

Prendete anche voi esempio dal genio del biologo e botanico francese e ricreatevi da soli una suggestiva parete verde, in terrazza o sul bancone.

Se siete particolarmente creativi, potete anche sfruttare una zona soleggiata nell'idoor della vostra casa o del vostro appartamento, e ritagliarvi un giardino verticale fai da te.

Il concetto di muro vegetale, spiega Luca Catalano, architetto e paesaggista i cui lavori potete visualizzare su Youtube, si presta a innumerevoli interpretazioni: può essere un orto verticale, oppure una parete di piante mediterranee, ma in realtà si tratta di un frammento di paesaggio e di una porzione di erba, fiori, erbette aromatiche.

Che sogno per tutti gli amanti della natura: per realizzare una parete verde verticale architettonica, è necessario sfruttare un impianto di aero-irrigazione autonomo e sviluppare tante piante collegate con il loro terriccio. Può essere costruito in modo del tutto biologico, sfruttando la meccanica, e sviluppando efficaci canali di scolo e grondaie che impediscano il ristagno idrico.

Per un lavoro impeccabile, vi consigliamo di affidarvi a un designer di esterni qualificato, ma se siete abili nel bricolage e fai da te, seguite passo dopo passo questo tutorial del migliore giardino verticale e sarete in grado di ottenere una meraviglia di parete verde, un balcone fiorito a muro che arrederà con un animo green la vostra abitazione.

Tutorial step by step su come realizzare un giardino verticale fatto in casa

Come prima cosa dovete munirvi di un pallet di legno: in commercio, nei negozi al dettaglio di fiori e sementi, o negli shop online specializzati, potete trovarne già di pre-formati con tasche capienti in cui posizionare i vostri vasetti di piante.

Si possono facilmente trovare online, anche le innovative teche con contenitori e serbatoi inclusi, realizzate in silicone e materiali high-tech impermeabili e idrorepellenti, dalle alte performance anti-ruggine e anti-muffa. Si fissano facilmente alla parete tramite viti e tasselli già presenti nella confezione.

Anche le barre porta-accessori in metallo e alluminio sono molto di design, per chi sta cercando un look minimal chic.

Oppure, potete utilizzare un pallet tradizionale, di quelli che si recuperano anche nei magazzini dei supermercati, e personalizzarlo secondo le vostre esigenze: nei negozi di bricolage e fai da te troverete tutti i materiali e gli strumenti che vi occorrono, compresi viti, chiodi, mastice, colla a caldo e attrezzi del mestiere.

La cosa migliore da fare è piallare il legno in modo accurato, così da eliminare eventuali schegge e imperfezioni; con un uso sapiente di pialla e di carta vetrata, potrete ottenere una struttura portante liscia e uniforme, una sorta di vetrina a parete in legno da fissare al muro.

Tra le stecche della struttura c'è lo spazio a sufficienza in cui inserire il vasetto con il terriccio, ma in caso contrario potete rivestire l'interno con della gomma piuma che creerà il sostengo necessario a sostenere i contenitori.

Fissate quindi il pallet di legno al muro, e il gioco è fatto: ecco il vostro balcone fiorito a parete in cui inserire vasetti di edera rampicante, oppure gerani e ciclamini colorati, o ancora le erbe aromatiche che più vi piacciono.

Immaginate, ad esempio, una consolle vestita di verde con basilico profumato, timo e maggiorana, salvia e tante piantine di menta piperita.

Le possibilità sono innumerevoli, anche se amate i fiori colorati e variopinti: con un solo germoglio di glicine o di mughetto potrete ottenere un balcone di verde fiorito con cui arredare l'interno o l'esterno della vostra casa, il giardino o la terrazza.

Procediamo quindi step by step:

- fissate il pallet al muro con chiodi e trapano;

- inserite i vasetti con i fiori e le piante che più vi piacciono;

- inserite tra una stecca e l'altra di legno, un rivestimento di silicone in cui l'acqua possa scorrere verso il basso e non ristagnare nel terriccio. Trovate film e pellicole di silicone nei negozi di bricolage e fai da te.

Le versioni edilizie di giardino verticale sono caratterizzate da impianti elettrici di irrigazione a basso consumo, oppure da soluzioni hardware con canali e scoli; la vostra versione di balcone parete fai da te sarà più rudimentale, ma altrettanto strepitosa.

Sarà sufficiente abbeverare le vostre piante direttamente con l'innaffiatoio e l'acqua potrà scorrere verso il basso, spinta dalla forza di gravità: ecco pronta la vostra parete vegetale home-made, un'oasi fiorita e profumata per la vostra casa, quel concetto di filtro verde tanto caro al biologo Patrick Blanc.

Quali varietà di piante scegliere per la parete vegetale di casa?

In questo ultimo paragrafo vi consigliamo alcune cultivar particolari che potete coltivare con facilità e senza cure eccessive.

Ad esempio, gerani e ciclamini resistono molto bene al freddo e alle ultime gelate invernali prima della bella stagione, mentre le piantine grasse sono dei sempreverdi che non necessitano di acqua o particolari trattamenti.

Le erbe aromatiche della macchia mediterranea

Salvia, menta, rosmarino, basilico, ma anche timo e maggiorana, sono varietà di erbe aromatiche ideali per arricchire la vostra parete vegetale: profumano, arredano e non necessitano di molta acqua.

I peperoncini e le fragole

Che bello un tocco di rosso per la parete della vostra cucina, o per il balcone parete outdoor!

I peperoncini sono scenografici e divertenti da vedere, oltre a essere un condimento sempre a portata di mano per le vostre ricette piccanti.

Le fragoline e tutti i frutti di bosco sono facili da coltivare poiché, essendo delle cultivar rustiche, non necessitano di irrigazioni costanti e resistono molto bene sia alle malattie fungine, sia all'oidio, una virosi molto pericolosa comune a tante specie vegetali.

Inoltre, fragoline, uva sultanina, lamponi, ribes, more e mirtilli resistono molto bene sia alle alte, sia alle basse temperature.

Ora che sapete tutto su come creare il vostro muro vegetale personalizzato, sbizzarritevi in base al vostro estro e alla vostra creatività!

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...