<?php echo e($model->title); ?>

I telefonini che liberano la tua voglia di comunicare

La selezione di Cocooners per rimanere in contatto

Di Antonia Pellicanò

Sentirsi liberi di interagire usando la modernità del nostro tempo è un traguardo raggiungibile con un po’di pratica e con i giusti prodotti, se questi presentano un design usabile e logiche progettate intorno alle esigenze e alla capacità di utilizzo della tecnologia stessa da parte degli utenti. Quando si è totalmente dipendenti dall’aiuto di amici, parenti e nipoti bisogna correre ai ripari. 

Cocooners presenta una serie di prodotti di telefonia mobile utile per superare la "dipendenza" da altri.


Esistono interfacce grafiche con icone chiare e comprensibili? 

Il telefonino cellulare ha 48 anni circa e quindi è probabile che le generazioni over 60 abbiano conosciuto questo strumento prima dei figli e dei nipoti.  Chi, infatti, c’era già nel 1973 forse ricorderà la notizia della prima telefonata fatta in pubblico dall’ingegnere Martin Cooper con un modello di cellulare senza fili (DynaTAC). La casa madre era Motorola, allora un gigante delle telecomunicazioni. La società americana fu acquistata da Google e poi ceduta a Lenovo. Questi sono marchi di prodotti che i consumatori conoscono bene e vedono nei negozi dei centri commerciali e nelle vetrine delle città.


Per quali preferenze optare per il sistema operativo?

Gli italiani sono innamorati dei telefoni cellulari. Li amano talmente tanto da possederne anche più di uno a testa, cambiandoli sempre più spesso. Le preferenze vanno dai modelli più chic a quelli di design, passando per sconti e promozioni dei vari Amazon, Unieuro, Mediaworld e altri siti e negozi di elettronica. 

In effetti, i telefonini cellulari ne hanno fatta tanta di strada e anche in poco tempo. Con l’adozione dei sistemi operativi più evoluti un telefono oggi è diventato uno strumento molto potente. Si sa, la ricchezza spesso genera complessità. E questo vale maggiormente se si parla di software e di utilizzo di questi sistemi informatici da parte di esseri umani.

Un lavoro eccellente di semplificazione è stato fatto da Apple (sistema operativo iOS) che ha chiarito molto le interfacce utente e ha favorito la larga adozione di questa tecnologia. Altri giganti del web hanno contribuito e stanno contribuendo a renderlo un oggetto diffusissimo nel mondo (ci sono più di 5 miliardi di individui che usano la telefonia mobile sul nostro pianeta). Google, con il sistema Android, è leader di mercato e ha generato una innovazione difficile da fermare. Ci sta provando la cinese Huawei con il nuovo HarmonyOS, un sistema operativo autonomo che farà parlare di sé e il democratico KaiOS installato su telefoni economici pensati per aree del pianeta che stanno crescendo in digitalizzazione ma hanno economie meno ricche. 

I sistemi operativi si possono semplificare? 

Le tecnologie ideate da Android e Apple sono configurabili e personalizzabili. All’interno dello store Google Play si possono trovare dei launcher, ossia dei programmi che semplificano i telefonini e favoriscono l’uso a chi ha problemi di navigazione o patologie legate alla vista. L'applicazione mobile BIG Launcher è tra le più scaricate

Riconfigurare un cellulare che si è ricevuto in regalo ma non si usa può essere una buona idea: salva il pianeta e apre a nuovo riutilizzo. Quale semplicità d’uso ricerchiamo?

A rispondere a queste domande dei consumatori è stata Doro, una società svedese che progetta e vende tecnologia pensata per senior che hanno il desiderio di accedere con facilità a servizi di comunicazione e assistenza alla persona. I telefoni cellulari e gli smartphone sono pensati per gli over 60. L’interfaccia utente ha icone chiare e comprensibili per chiamare, inviare, cercare, visualizzare. Nel dettaglio, si può:

  • Inviare un messaggio vocale o testuale
  • Editare un messaggio di posta elettronica, ossia una lettera scritta e recapitata direttamente con il telefono
  • Inviare una richiesta di aiuto
  • Scattare fotografie o inviare una immagine
  • Riprodurre un video
  • Fare un selfie, ossia un autoscatto e una foto di sé
  • Dialogare e chiedere ad assistente vocale (Google Assistant)
  • Frequentare i social media con Facebook
  • Parlare con figli e nipoti tramite WhatsApp
  • Pagare con il telefono
  • Guardare il trailer di un film o un video musicale su YouTube

 
Il modello più evoluto è Doro 8080 che ha un costo di €320,00 euro. Si presenta moderno e facile da usare ma come modello touch screen (meno adatto a chi preferisce usare un telefono a conchiglia e con i tasti esterni). Le funzioni sono chiare e accessibili. Anche chi teme di non saper usare uno smartphone potrà ricredersi. I costi di tutti i modelli sono contenuti e oscillano tra i 99 e 350 euro circa e si può scegliere anche la versione con tastiera esterna (come nei telefoni di prima generazione). I telefoni hanno Android come sistema operativo, funzioni di localizzazione GPS, sicurezza e un servizio di assistenza a domicilio. I telefoni si possono acquistare direttamente sul sito di Doro.

Molto italiana invece la società tutta torinese di Lorenzo Brondi. Un successo che è cresciuto nel tempo prima accanto a marchi importanti della telefonia come SIP e Telecom. Qualcuno ricorderà forse ancora le segreterie telefoniche e il famoso spot pubblicitario del 2003 che ricorda che Brondi è lo specialista dei telefoni.

Amico Smartphone+ Brondi è un cellulare che integra anche Whatsapp e rende la vita comoda a chi ha bisogno di usare anche questa applicazione per comunicare. Non tutte le recensioni online sono positive ma c’è da capire l’uso che se ne vorrebbe fare. Ovviamente, questo tipo di telefoni non va bene per chi è più evoluto e vorrebbe scaricare e installare altre applicazioni. I prezzi online sono molto contenuti e rimangono sotto i 150 euro per i modelli disponibili. I tasti sono grandi e la suoneria facilmente riconoscibile.

 

Ci sono delle alternative ai cellulari?

Per chi preferisce utilizzare la tecnologia di Apple (sistema watchOS 7) la possibilità è quella di configurare i dispositivi per un uso famiglia per coinvolgere anche i più piccoli e i nonni. Le configurazioni si possono fare su Apple Watch dove è possibile attivare notifiche, allarmi e SOS, funzionalità di pagamento e di comunicazione a distanza.

SIETE PRONTI PER IL NUOVO ACQUISTO?

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...