Questo sito contribuisce alla audience di
Skip to content
Cocooners presenta un viaggio in Georgia nel punto in cui Europa e Asia si scambiano il testimone, il Caucaso, stretto fra il Mar Nero e il Caspio.  In collaborazione con Shiruq Viaggi, con lo storico Piero Pasini.

La Georgia è un paese dall’identità forte e indecifrabile, che affonda le radici nel profondo della storia cristiana, si distende fra vette puntellate dalle foreste di torri dei villaggi dello Svaneti, fertili valli verdeggianti nel Kakheti, antiche città patrimonio dell’UNESCO come Tbilisi e Mtskheta e chiese scavate nella roccia o aggrappate ad alture scoscese. L’eco lontana delle carovane della Via della Seta e degli eserciti del Grande Gioco,
accompagna il viaggiatore in un paese dalla cultura in fermento, fatta di feste e musiche, piatti tradizionali e costumi, e una spinta gioiosa verso la modernità, in un’alternanza continua di scenari meravigliosi, siti di inestimabile valore e popoli accoglienti. Possibile estensione nel Tusheti.


VANTAGGI PER I SOCI COCOONERS: Acquistando il viaggio con Cocooners avrai in OMAGGIO: il SERVIZIO di CHAT CON IL MEDICO: gratis per 1 mese, il servizio che mette a tua disposizione un medico personale che potrà darti utili consigli ed indicarti rimedi efficaci durante il tuo viaggio in Italia e all’estero. Troppo sole e pelle arrossata? Un mal di pancia o un mal di testa improvviso? O semplicemente un po’ di mal di schiena? Sarà sufficiente accedere all’applicazione dedicata, comunicare con il medico e ricevere in tempo reale una consulenza personale.


DATA di PARTENZA: 3 agosto 2024 (12GG/11NT)

QUOTE PER PERSONA

  • Gruppo di 10-12: €3150 in doppia/€3770 in singola (CON GUIDA LOCALE E TOUR LEADER ITALIANO)
  • Gruppo di 8-9: €3270 in doppia/€3890 in singola (CON GUIDA LOCALE E TOUR LEADER ITALIANO)
  • Gruppo di 4: €3130 in doppia/€3750 in singola (CON GUIDA LOCALE IN ITALIANO)
  • Gruppo di 2: €3940 in doppia/€4560 in singola (CON GUIDA LOCALE IN ITALIANO)
  • Tasse biglietteria aerea: €70
  • Quota gestione prenotazione: €90
  • Assicurazione Viaggio NOBIS MULTIRISCHI SUPERTOP: da €140 a €185 (a seconda della quota viaggio)
  • Occasionale: supplemento data alta stagione aerea del 03/8: da €180
  • Opzionale: estensione Tusheti da €660a €980

Cosa include la quota per persona
Volo intercontinentale da/per Milano in classe economica (comprese YQ/YR), trasferimenti con autovettura, minivan o van sulla base del numero di partecipanti, 11pernottamenti hotel4* e 5*, visite come da programma, pasti come specificato (mezza pensione),guida locale in lingua italiana e tour leader dall’Italia.
Cosa esclude la quota per persona
Tasse biglietteria aerea, quota gestione prenotazione, assicurazione di viaggio SUPERTOP, pasti indicati come liberi, bevande, supplementi occasionali, attività extra, spese personali, mance, eventuali tasse in entrata/uscita dal Paese, tutto quanto non espressamente specificato

LUOGHI DA SCOPRIRE

Tbilisi: Tbilisi è un raro caso di città che è stata capitale del suo paese da sempre, fin dal V secolo e, per tale ragione, la storia trapela dai suoi edifici ad ogni passo. Complice una singolare posizione geografica, muoversi per le sue vie è un vero viaggio nel tempo, nel passato ma anche nel futuro. Nel suo suggestivo centro storico risuonano ancora le eco delle carovane che si riposavano nelle lunghe traversate intercontinentali, sostando nei suoi caravanserragli e pregando nei suoi luoghi di culto. Al di fuori di questo nucleo, la città pare proiettata in una corsa velocissima nel futuro, fra locali notturni e luci fluorescenti. Il punto forte della città, però, sono le sue chiese e i reperti che custodiscono assieme al Museo Nazionale della Georgia, in quanto Tbilisi resta una delle più importanti città della cristianità antica

Le città rupestri di Uplistsikhe e Vardzia: Scoperta nel 1957, Uplistsikhe è uno degli insediamenti più antichi del Caucaso, nonché una delle città rupestri che caratterizzano il territorio. Situata 10 km a ovest della città di Gori. Tra il VI secolo a.C. e il I secolo d.C. fu uno dei principali centri politici e religiosi della Cartalia (Kartli) precristiana- uno dei più antichi regni sul territorio georgiano- con templi dedicati principalmente a una divinità solare. Dopo che gli arabi occuparono Tbilisi nel 645 d.C., Uplistsikhe divenne la residenza dei re cristiani di Cartalia e un importante centro commerciale sulla principale strada carovaniera dall’Asia all’Europa. Fu distrutta dai Mongoli nel 1240 e ciò che si visita oggi è solamente Shida Qalaqi, la città interna, estesa su ben 40.000 metri quadrati, che corrispondono a meno della metà dell’estensione originale. Sul piano della monumentalità però, un’altra città rupestre, Vardzia, distacca molti altri luoghi della Georgia e del mondo. La città venne interamente scavata nel fianco del Monte Erusheti nel 1185 per volere della regina Tamara, amatissima dai georgiani e chiamata “re dei re e regina delle regine”. Vardzia è uno dei più preziosi complessi architettonici del Paese. Su 13 livelli erano disposti ben 6000 ambienti, tra cui negozi e biblioteche, ed era persino dotata di una rete idrica. Nel 1283 gran parte della città venne distrutta da un terremoto, così oggi si visita circa un terzo di quella che era la sua estensione originaria. Nata per scopi difensivi, divenne negli anni un centro religioso con un monastero. Un gruppetto di monaci vive ancora qui.

Kutaisi: Kutaisi è la seconda città della Georgia e il capoluogo della regione di Imereti, che sa offrire al visitatore un’alternanza affascinante di antiche cattedrali e architetture postmoderne, grotte e monasteri patrimonio UNESCO. Fra gli edifici di culto, la Cattedrale di Bagrati, voluta del re Bagrat III nell’XI secolo, è uno dei più antichi e importanti del paese, mentre il Palazzo del Parlamento, nel quale hanno avuto sede i lavori dell’assemblea fino al 2019, si pone all’estremo opposto con una architettura a dir poco futuristica, una sorta di gigantesco igloo di cristallo e cemento. Kutaisi fu anche capitale della Colchide come ricorda la Fontana della Colchide nel centro cittadino. Poco fuori dalla città si trova la Grotta di Prometeo, nota anche come Grotta di Kumistavi, con stalagmiti e stalattiti, laghi sotterranei e cascate pietrificate, e il Monastero di Gelati, dell’inizio del XII secolo, patrimonio UNESCO.

Svaneti: Per il lungo isolamento vissuto in passato, nelle remote valli di montagna dello Svaneti si parla una lingua propria del luogo e sopravvive una cultura unica, che è ben simboleggiata dai koshkebi. Si tratta di antiche torri difensive in pietra che svettano oltre le cime dei tetti dei villaggi e delle millenarie chiese affrescate. Nella regione, alcuni centri spiccano per la bellezza delle architetture e l’amenità delle atmosfere. Mestia, ad esempio, è un agglomerato di almeno dieci villaggi, nei cui abitati più antichi si ergono pittoresche torri, che fanno sembrare i paesi sorte di scacchiere giganti popolate da altrettanto grandi pezzi degli scacchi; lo stesso si può dire di Ushguli. Il tutto è circondato da una natura rigogliosa,  che ha comequinta le vette innevate del Caucaso.

Mtskheta: Mtskheta era l’antica capitale di Cartalia, il regno della Georgia orientale dal III secolo a.C. al V secolo d.C.. Qui il cristianesimo venne proclamato religione ufficiale della Georgia nel 337 e oggi è ancora la sede della la Chiesa ortodossa e apostolica georgiana. Per questo suo passato, Mtskheta conserva monasteri e chiese talmente importanti da essere proclamata patrimonio dell’Umanità. Al di là di questo riconoscimento, la Cattedrale di Svetitskhoveli e il Monastero di Samtavro sono monumenti chiave della Georgia medievale, che rappresentano tappe fondamentali dello sviluppo dell’identità e della spiritualità del paese e conservano testimonianze anche sul piano artistico e architettonico

ITINERARIO 

Giorno 1-2: Italia – Tbilisi
Giorno 3: Tbilisi – Telavi – Tbilisi
Giorno 4: Tbilisi – Kazbegi
Giorno 5: Kazbegi – Akhaltsikhe
Giorno 6: Akhaltsikhe – Vardzia – Akhaltsikhe
Giorno 7: Akhaltsikhe – Batumi
Giorno 8: Batumi – Mestia
Giorno 9: Mestia – Ushguli – Mestia
Giorno 10: Mestia – Borjomi
Giorno 11: Borjomi – Tbilisi
Giorno 12: Tbilisi – Italia

Sono previsti altri 4 giorni di viaggio per chi sceglie di fare anche l’estensione facoltative nel Tusheti. La regione del Tusheti è una terra di alte montagne che sfiorano i 4500 metri d’altitudine, con gole profondissime che disegnano panorami spettacolari. Si tratta di una delle zone più isolate della Georgia, nella parte nord-orientale, raggiunta da una rudimentale rete stradale solo alla fine degli anni ’70 del Novecento. L’area è visitabile solo da giugno a settembre, percorrendo un tracciato che s’inerpica nelle montagne del Grande Caucaso fino a raggiungere il maestoso Passo Abano, il più alto, a 2850 metri. È in quest’area che si trovano i villaggi antichi con le iconiche case torri, che spuntano come funghi giganteschi in mezzo ai pascoli d’alta montagna. Sono un’architettura unica al mondo, tipica della Georgia e del Caucaso, di cui uno dei più affascinanti esempi è il villaggio di Omalo, a 1880 metri. Duecento metri più in alto lo sormontala fortezza di Keselo, situata su di uno sperone di roccia incombente sul paese.

 


Per richiedere un preventivo compila il modulo “Invia la tua richiesta”
Per maggiori informazioni contattaci via telefono o WhatsApp  al nr. 389 931 7025 oppure invia una mail a [email protected]


Organizzazione: Shiruq – Viaggi Culturali by Mappamondo – Via Luigi Razza 8, 20124 Milano – Viale Regina Margherita 270, 00198 Roma

 

Georgia: lungo i solchi di antiche carovane

Siamo a tua disposizione per rispondere ad ogni tua domanda.

Dubbi, domande, richieste, chiarimenti… non esitare a contattarci!