<?php echo e($model->title); ?>

Yoga ed equilibrio

La "posa dell'albero" per non arrendersi alla pigrizia e non lasciarsi andare all'indietro

Di Cocooners

Con l'avanzare degli anni, una delle facoltà che si perdono e che sarebbe invece chiave mantenere è quella dell'equilibrio. A parte il consiglio generale di mantenere sempre il peso spostato in avanti e non arrendersi andare alla pigrizia di lasciarsi andare all'indietro, ecco una posizione che aiuta moltissimo spiegata qui anche nella variante per principianti.

Vrkasana (“vriksha" – albero e "āsana" - posizione) o anche posa dell'albero è una delle posizioni più antiche (già presente nello yoga medievale e divenuta poi molto comune nella pratica dell’hatha yoga moderno) che viene utilizzata molto spesso anche tuttora.

La sua fortuna è dovuta in primo luogo alla sua capacità di aumentare la concentrazione mentale, permettendo a chi la esegue di focalizzarsi sul proprio corpo e sul mantenimento della posizione di equilibrio. In secondo luogo, è particolarmente adatta per rilassare il sistema nervoso centrale in quanto questa posa dovrebbe essere mantenuta in modo stabile ma senza eccessiva rigidità, permettendo quindi alle terminazioni nervose di calmarsi e percepire il contatto con il terreno.
Gli step principali per una buona esecuzione sono i seguenti:

  • sentire di avere delle radici nel terreno, essere ancorati ad esso;
  • spostare lentamente il peso sul lato destro del corpo;
  • sollevare il piede sinistro e piegare il ginocchio, in modo da mettere la pianta del piede sulla coscia destra;
  • premere il piede nella coscia e la coscia nel piede con la stessa intensità, facendo attenzione a mantenere i fianchi ruotati frontalmente;
  • concentrarsi su un punto fisso (la tecnica principale per aiutare qualsiasi tipo di equilibrio);
  • fare alcuni respiri profondi mantenendo la posizione in modo stabile.

Per coloro che inizialmente possono trovare questa posizione difficile da assumere o da mantenere, è possibile posizionare il piede sinistro non eccessivamente in alto sulla gamba destra, mai sul ginocchio, va bene sul polpaccio o anche la caviglia, focalizzandosi in un primo momento sul mantenimento dell’equilibrio e solo successivamente sull’innalzamento della gamba. 

Questo asana è un'ottima preparazione per altre pose di equilibrio di maggiore difficoltà, che potrebbero risultare complesse per dei principianti, in quanto permette di conoscere a fondo il proprio corpo e trovare in modo semplice il proprio centro. Inoltre, è in grado di migliorare la postura e la salute della schiena.

Le conseguenze a lungo termine del praticare una simile posizione in modo costante si concretizzano anche nell’aumento della capacità di equilibrio nella vita di tutti i giorni: infatti lo yoga ha tra i suoi principali vantaggi quello di ridurre le probabilità di chi lo pratica di subire una caduta o una distorsione. Infatti, la pratica regolare di questa disciplina in generale, e di questa specifica posizione in modo particolare, permettono anche di rafforzare le proprie caviglie e i piedi. Tra i risultati visibili sul lungo periodo si trovano poi anche un aumento dell’autostima (dovuto al successo nel raggiungimento e mantenimento di una posizione di equilibrio) e un grado maggiore di confidenza nei movimenti di tutti i giorni.

 

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...