<?php echo e($model->title); ?>

Come rassodare le braccia a 60 anni

Esercizi e consigli per migliorare l'aspetto delle tue braccia

Di Cocooners

Al giorno d'oggi ci sono tantissime persone che hanno il desiderio di tonificare le proprie braccia. D'altronde le braccia possono essere un punto del corpo dove si notano maggiormente variazioni di peso o anche l'avanzare dell'età. Il che vuol dire che in questa zona il tono muscolare potrebbe indebolirsi alla lunga e dare vita al fenomeno del braccio a tendina, antiestetico e per molti un vero e proprio problema. Anche la scarsa attività fisica e fattori genetici, oltre a disturbi ormonali possono contribuire all'insorgere di tale problematica.

Un ottimo modo per contrastarla è quella di fare della ginnastica per tonificare le braccia: infatti queste hanno bisogno di essere stimolate con dei movimenti mirati, anche perché alcune fasce muscolari qui presenti sono poco sollecitate nella quotidianità. Qualora vi sia una quantità di grasso abbondante, meglio partire da un allenamento mirato per bruciare i grassi e successivamente si procede col tonificare. Non dimentichiamo infatti che l'alimentazione è importatne per mantenere il peso forma a 60 anni. Ecco perciò qualche utile consiglio per essere certi di non sbagliare.

Esercizi per rassodare le braccia

Molti sono alla ricerca di utili esercizi per rassodare le braccia che permettano di tonificare al meglio la pelle. Questi possono essere messi in pratica in maniera estremamente semplice da persone di qualsiasi età. Il che vuol dire che tenersi in forma anche quando si ha 60 anni è assolutamente possibile, così come mantenere un fisico tonico. Ecco alcuni dei principali esercizi che possono essere molto utili per dire stop alla pelle flaccida a livello delle braccia.

Tonificare bene il tricipite

La prima cosa da considerare per risolvere questo problema alquanto antiestetico è quella di tonificare il tricipite. Ecco perché, per questo esercizio è meglio utilizzare il bordo di una sedia o anche uno scalino abbastanza alto: esso prevede che si appoggino le mani su una di queste superfici tenendo però le dita rivolte verso il corpo. Importante che si venga a creare un angolo di 90 gradi con le ginocchia. Successivamente, le braccia vanno stese portando quindi il busto a sollevarsi verso l'alto, per poi abbassarle e formare un angolo retto. Si può ripetere in sequenza questo tipo di movimento. D'altronde, proprio la ripetizione è l'elemento cruciale di tale esercizio in quanto garantisce la possibilità di avere dei risultati duraturi e si abitua il muscolo a questo tipo di sforzo. Vivamente consigliato ripetere ogni esercizio anche più volte nell'arco della sessione di allenamento, oltre a dover considerare che è molto importante farli più volte nell'arco della settimana.

Come snellire efficacemente le braccia

Quando si parla di consigli su come tonificare le braccia a 60 anni, è bene prendere in considerazione alcuni semplici esercizi che si possono fare comodamente a casa propria. Rimanendo in piedi e aprendo le ginocchia quasi in corrispondenza delle spalle, si può mettere in pratica uno dei migliori esercizi per snellire le braccia. Le ginocchia vanno piegate leggermente mantenendo però i gomiti tra la vita e le costole. Tenendo le mani che fanno un pugno rivolte verso l'alto, bisogna poi fingere di dare un pugno in avanti col braccio destro, torcendolo verso l'interno e avendo le spalle ben rilassate. L'obiettivo deve essere quello di sferrare questo pugno quanto più lontano possibile. Lo stesso tipo di movimento va fatto anche con il braccio sinistro, facendo attenzione a portare però il braccio destro in quella che era la posizione iniziale. Inizialmente è meglio fare in modo da sincronizzare il movimento, così da prendere il ritmo e procedere per almeno 45 secondi. Tale esercizio per le braccia risulta davvero molto utile in quanto permette di rassodare bene la pelle e le fasce muscolari, oltre a portare a una maggiore capacità di bruciare i grassi. Grazie alla riduzione della massa grassa, si avrà la possibilità di snellire il proprio braccio. La costanza resta un elemento cruciale per chi voglia risolvere questo problema e fare in modo che i risultati possano durare per un po' di tempo.

Spalla formosa: un esercizio mirato

Tra i migliori esercizi per rassodare le braccia a 60 anni c'è questo che permette di avere una spalla più formosa, ed evitare che la pelle possa mostrarsi troppo rilassata. La prima cosa da fare è posizionarsi in piedi, tenendo le gambe un poco piegate e con un peso in entrambe le mani. Successivamente si alzano le braccia lateralmente finché non siano parallele al pavimento, così da far lavorare la muscolatura del braccio e anche quella della spalla. Bisogna resistere per almeno un secondo per poi portarle in alto ancora di più fino a sopra la testa. A questo punto si possono abbassare le braccia fino fino alle spalle, prima di tornare poi alla posizione iniziale. Ripetendo in serie questi movimenti si potranno avere notevoli benefici in termini di tonicità muscolare sia a livello del braccio che della spalla.

Attenzione anche agli avambracci

Meritano una giusta attenzione anche gli avambracci che possono essere tenuti in forma mediante un semplice esercizio. D'altronde sono tanti coloro che vogliono mantenere il peso forma a 60 anni, per cui questi piccoli trucchetti risulteranno essere molto utili in tal senso. Si parte rimanendo in piedi tenendo le braccia lungo i fianchi e mantenendo nelle mani un peso. I palmi delle mani vanno tenuti in direzione opposta rispetto a quella che viene mantenuta con il corpo. I pesi vanno sollevati arrivando fino alle spalle, tornando dopo qualche secondo alla posizione iniziale. Anche in questo caso la ripetizione può essere notevolmente benefica e aiuta molto a tonificare la pelle e i muscoli delle braccia.

Addio pelle flaccida delle braccia


Quando si parla di ginnastica per braccia a tendina è bene considerare alcuni esercizi che possono rivelarsi ottimi. Bisogna sdraiarsi sulla propria schiena facendo attenzione a tenere le ginocchia piegate e i piedi sul pavimento saldamento. Nelle mani va tenuto un peso che va poi sollevato verso l'alto. In questo movimento, i gomiti vanno indirizzati dietro la testa, facendo in modo che i pesi siano vicinissimi a toccare il pavimento. Successivamente a questo movimento, le braccia vanno stese di nuovo in alto. La ripetizione di questo esercizio consentirà di dire una volta per tutte addio alla pelle flaccida delle braccia.

Braccia a tendina? Come eliminarle

Indubbiamente a nessuno piace avere le braccia a tendina, un problema molto diffuso e che esteticamente crea non pochi imbarazzi. Ma non bisogna disperare, dato che esistono delle soluzioni efficaci per la flaccidità della pelle delle braccia. La pelle, soprattutto col passare degli anni, tende a perdere la sua normale elasticità e perciò sembra sempre meno tonica. Oltre a dover considerare che anche l'aumento di peso o il dimagrimento repentino possono determinare una pelle più rilassata in questa zona. Succede quando i tessuti connettivi non sono più strutturalmente compatti e perciò si nota una pelle flaccida che non piace a nessuno, uomini e donne indistintamente. Con un po' di esercizio fisico, abbinato sempre a forza di volontà e costanza, si può contrastare efficacemente questo tipo di problema. Chiaramente è necessario aspettare del tempo e fare in modo che la regolarità degli esercizi possa manifestare tutti i suoi benefici estetici. Senza dimenticare che è fondamentale anche una dieta sana e ben equilibrata: questo vuol dire prediligere frutta e verdura fresca di stagione, oltre a carboidrati integrali, grassi benefici e tutte le proteine magre, nutrimenti necessari per l'organismo. Alcuni esercizi possono essere svolti usando solo le braccia, altri invece potrebbero prevedere l'uso di pesi.

Esercizio 1

Il primo tipo di esercizio prevede che si tenga un peso sulla testa usando le mani e allungando le braccia. Bisogna piegare i gomiti così che il peso si trovi molto vicino alla nuca. Questo tipo di movimento va ripetuto per 10 volte, cercando di rimanere in posizione per almeno 5 secondi. Con questo esercizio si può realmente dire addio all'effetto a tendina della pelle delle braccia.

Esercizio 2

In questo caso i pesi da utilizzare diventeranno due, da tenere su ciascuna mano. La posizione ideale è in piedi, cercando di tenere le gambe ben unite. Successivamente, si devono sollevare le braccia in maniera dritta fino alle spalle, andando a formare tipo una croce. La posizione va mantenuta qualche secondo per poi abbassare le braccia ed effettuare quanto meno 12 ripetizioni.

Esercizio 3

Il terzo esercizio può essere considerato una leggera modifica rispetto al precedente. Rispetto all'esercizio 2 non bisogna sollevare le braccia fino alle spalle, bensì bisogna portarle in alto facendo in modo che i pesi si tocchino al di sopra della testa. Bisogna effettuare una decina di ripetizioni così da poter tonificare effettivamente la pelle.

Esercizio 4

Per questo esercizio bisogna avere a disposizione un materassino sul quale bisognerà stendersi, rimanendo a pancia in su. L'accortezza è quella di tenere i piedi ben saldi a terra così da procedere in maniera corretta. Ogni mano deve tenere il suo peso e allungare così le braccia fino a sopra la testa. I gomiti vanno piegati portando ad abbassare i pesi dietro la testa. Anche per questo esercizio è meglio procedere a una decina di ripetizioni per avere concreti benefici.

Esercizio 5

L'esercizio non è affatto complesso, basta avere a disposizione un solo peso. Questo va tenuto con la mano destra cercando di allungare il braccio verso l'orecchio quanto più si riesca. Il braccio deve essere afferrato con la mano sinistra e successivamente si piega il gomito così da fare in modo che l'avambraccio tocchi la testa. Questo movimento di allungamento sarà molto utile per tonificare il braccio: le ripetizioni da effettuare sono 10.

 

Pronti a lavorare sulle braccia?

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...