<?php echo e($model->title); ?>

Integratori alimentari: quali prendere in base all'età?

I migliori prodotti da usare per over 50, 60 e 70

Di Cocooners

Con l'avanzare dell'età è fondamentale prendersi cura del proprio corpo con adeguati integratori alimentari, non farmaci, bensì prodotti che vanno a integrare minerali e altri elementi di cui l'organismo potrebbe essere carente. Ce ne sono alcuni che sono fondamentali: ecco dunque qualche utile consiglio sui migliori prodotti da utilizzare con il passare degli anni.

L'importanza degli integratori alimentari

Negli ultimi anni l'aspettativa di vita è senza dubbio aumentata. Secondo molti studi e statistiche scientifiche recenti, sembra che gli over 50 costituiscano tra il 40 e il 44% della popolazione generale. Senza perdere di vista che oltre il 25%, corrispondente a quasi 13 milioni di persone, è costituito da una quota di popolazione che è over 65. Questo significa che vivere bene anche con l'avanzare degli anni è possibile. Si tratta di un dato molto importante che tiene conto di alcuni aspetti principali, a partire dalla prevenzione: una crescente capacità di mantenersi in salute e la continua ricerca del giusto equilibrio mentale e fisico sono qualcosa di necessario. Questa è la ragione per cui anche i medici consigliano alle persone over 50 di assumere determinati integratori alimentari, in quanto col passare degli anni l'organismo potrebbe avvertire l'assenza di alcune sostanze importanti per il benessere. Per comprendere bene il motivo per cui assumere integratori alimentari, assieme a una dieta equilibrata e sana, basta considerare alcune interessanti statistiche italiane: oltre il 30% delle persone che superano i 50 anni non assumono a sufficienza frutta e verdura. E, nel contempo, c'è un notevole consumo di junk food e altri alimenti ossidanti, su tutti insaccati e formaggi.
Tale attitudine può portare a complicazioni, soprattutto quando c'è una correlazione con altri elementi come stress psicofisico e inquinamento, oltre a disagi cronici dell'età e patologie concomitanti. Un maggiore apporto di sostanze antiossidanti, vitamine e minerali può contribuire a sostenere l'organismo anche nei periodi più complessi. Il che permette di avere un benessere fisico, ma anche mentale, che duri nel tempo.

Perché assumere integratori aiuta nella prevenzione?

Quello che è importante precisare è che si tratta in ogni caso di soluzioni utili per la prevenzione: a un certo punto della vita, si tende a prevenire ciò che di negativo potrebbe succedere e alterare la vita di ognuno. Ecco perché, si può parlare di alcuni obiettivi che vogliono raggiungere le persone che assumono integratori alimentari dopo i 50 anni, come la difesa antiossidante generale, ottima per contrastare l'effetto dei radicali liberi, molto pericolosi. Così come in molti cercano di garantire un corretto funzionamento dell'attività cerebrale e della funzione cognitiva mediante prodotti specifici. Non mancano di certo gli integratori alimentari che riguardano la salute del cuore, la funzione immunitaria e anche quella visiva.
Per quel che concerne alcune esigenze prettamente maschili, esistono integratori efficaci per la salute della prostata e per la virilità, così come per il benessere del fegato, validi per contribuire a prevenire i sintomi dell’andropausa.
Guardando invece a quelli che sono i prodotti principalmente richiesti dalle donne, vi sono integratori che stimolano una corretta sintesi di collagene per la pelle e per i tessuti, ma anche sostanze utili con cui poter gestire al meglio le avvisaglie della premenopausa.

Integratori alimentari antiossidanti: vitamine ma non solo

Gli integratori alimentari di questo genere vengono consigliati frequentemente dai medici che mirano a un buon benessere fisico, oltre che mentale. Si tratta di prodotti ricchi di una serie di nutrienti, fattori nutrizionali o anche fitocomplessi capaci di svolgere un'ottima azione antiossidante. Il che significa che vanno a contrastare l'azione dei radicali liberi senza portare effetti collaterali e soprattutto senza alterare in alcun modo il funzionamento degli apparati fisiologici. Si parla principalmente di vitamine, provitamine e anche di prodotti erboristici nutraceutici. Dunque, le soluzioni non mancano di certo ed è facile che ogni persona, soprattutto over 50, possa trovare un buon equilibrio grazie a questo tipo di formulazioni.
Tra i prodotti migliori vi sono, senza dubbio, vitamina C (Acido ascorbico), vitamina E (Tocoferolo), carotenoidi, come licopene, luteina, betacarotene e zeaxantina. Inoltre, svolgono un'ottima azione del genere anche selenio, zinco, il coenzima Q10 e una serie di antocianine naturali. Tra queste ultime, le migliori sostanze da trovare in integratori alimentari sono il vinacciolo, il mirtillo nero, il biancospino e lo zenzero.

Migliorare la funzione cognitiva con gli integratori

Il passare degli anni, inevitabilmente può significare una ridotta funzionalità del sistema nervoso. Ecco perché è fondamentale aiutarsi, principalmente per gli over 60, con alimenti funzionali che riescano a supportare la funzione cognitiva e tutte le attività cerebrali. Questi comportano una maggiore capacità di memorizzare, oltre a una lucidità migliore che non potrà che migliorare la qualità della vita di chi assume tali formulazioni. Tra le migliori possibilità in questo senso vi sono una serie di minerali e delle vitamine idrosolubili che svolgono un'ottima azione.
Le vitamine utili per questa finalità possono essere quelle del gruppo B, un toccasana per la funzionalità del sistema nervoso: tiamina (vitamina B1), riboflavina (vitamina B2), niacina (vitamina PP), acido pantotenico (vitamina B5), piridossina (vitamina B6), biotina (vitamina H), acido folico e cobalamina (vitamina B12). In molti prodotti si possono trovare anche delle combinazioni di questi ingredienti che svolgono un'ottima azione nell'organismo, stimolando il sistema nervoso che funzionerà decisamente meglio.
Per quel che riguarda invece i migliori minerali da assumere per la funzione cognitiva, vi sono ferro e zinco, ma anche iodio e magnesio. Questi possono essere abbinati con la fosfatidilserina, ossia un fosfolipide di membrana che fa parte proprio delle cellule del sistema nervoso centrale. Prodotti di questo tipo sono utili e sicuri e non hanno nessuna controindicazione.

Calcio e vitamina D per le ossa: menopausa e osteoporosi

Assumere integratori contenenti calcio e vitamina D è qualcosa di molto importante per il benessere del corpo. D'altronde, non bisogna dimenticare che, col passare degli anni, le cellule possono produrre una quantità minore di calcio e vitamina D. Il che comporta un rischio maggiore di fratture e di dolori frequenti, che che potrebbero aumentare in caso di patologie come artrosi o osteoporosi. Non si può non parlare anche delle donne che entrano in menopausa: assumere prodotti del genere permette di evitare complicazioni pericolose che potrebbero minare anche le attività più semplici della quotidianità. L'osteoporosi in particolare può portare a problemi evidenti come dolori diffusi e una serie di fastidi che, in molti casi, potrebbero anche risultare complessi da gestire. Ecco perché è fondamentale assumere integratori che contengano calcio o anche vitamina D, in particolar modo la vitamina D3 (colecalciferolo). Esistono formulazioni con diverse concentrazioni di questi minerali: è sempre consigliabile chiedere al proprio medico per sapere il giusto apporto di calcio e vitamina D da introdurre nell'organismo. L'osteoporosi è molto diffusa negli uomini, ma soprattutto nelle donne, che soffrono di alterazioni importanti della struttura ossea che perde di densità. La menopausa facilita questo processo, ecco perché diventa fondamentale assumere idonei integratori alimentari utilissimi per mantenersi in forma.

Altri integratori utili per le funzioni visiva, cardiaca, epatica

Ci sono una serie di integratori alimentari che possono aiutare molto la funzione visiva. I processi di invecchiamento che interessano l'occhio possono determinare una serie di conseguenze spiacevoli ed esporre a rischi da non sottovalutare. Ecco perché si può parlare di alcuni elementi, come vitamina liposolubile A (retinolo), la luteina antiossidante (provitamina A) e lo zinco. Anche in questo caso, molto positiva è l'associazione con la fosfatidilserina, che costituisce le membrane delle cellule oculari. Il che vuol dire che questi prodotti hanno un meccanismo che si sposa perfettamente con quello naturale delle cellule dell'occhio.
Ci sono poi una serie di principi nutrizionali capaci di svolgere un'azione benefica sia sul cuore che, in generale, su tutto l'apparato cardiovascolare. Tra questi ci sono la vitamina B1 (tiamina), il coenzima Q10 e anche l'estratto di biancospino. Si tratta, anche in questo caso, di prodotti che si sposano alla perfezione col normale funzionamento delle cellule di questi tessuti.
Con l'avanzare dell'età, è inoltre consigliabile assumere integratori per far funzionare meglio il sistema immunitario. Questo potrebbe risentire di abitudini malsane e dello stile di vita: alcuni nutrienti come acido ascorbico (vitamina C), calciferolo (vitamina D), alfa tocoferolo (vitamina E), zinco e selenio aiutano le cellule immunitarie a potenziare la loro risposta nei confronti di agenti pericolosi e potenzialmente patogeni presenti nell'ambiente esterno.
La salute del fegato è un altro fattore importante quando si pensa a terapie a base di integratori utili per gli over 50. D'altronde non bisogna mai dimenticare che il fegato è un organo capace di svolgere molteplici funzioni metaboliche nell'organismo. E questo è fondamentale, soprattutto se si pensa che col tempo le sue cellule potrebbero non funzionare al meglio. Ci sono dei prodotti che possono aiutare molto, tra cui l'estratto di cardo mariano o quello di carciofo: essi riescono a svolgere un'azione depurativa molto importante a carico delle cellule epatiche. Il tutto ricordando che è fondamentale tenere sotto controllo il peso e seguire una dieta ben bilanciata. Avere una vita sana permetterà di ridurre i farmaci da assumere, la maggior parte dei quali viene metabolizzata a livello epatico. Anche in caso di assenza di patologie è comunque una buona abitudine scegliere gli integratori adatti in base alla propria età, da assumere anche a scopo preventivo.

Ovviamente, gli integratori vanno assunti dopo aver sentito il parere del vostro medico

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...