<?php echo e($model->title); ?>

5 itinerari da non perdere in sella alla vostra bici (prima puntata)

Torino, Milano, Veneto, Firenze e Roma: paesaggi, città d’arte, fitness ed enogastronomia

Di Cocooners

State cercando degli itinerari da fare in bici lungo lo Stivale? Percorsi emozionanti a contatto con la natura ma anche con le città dell'arte come Milano, Firenze, Roma, in un girotondo di stimoli e cose belle da vedere e da scoprire: andare in bicicletta vuol dire questo e molto altro ancora.
Proseguendo con la lettura vi condurremo per alcuni itinerari amatoriali per amanti della bicicletta, partendo da Torino, Milano, passando per le bellezze paesaggistiche del Veneto fino a Firenze e Roma.
Percorrere il nostro bel Paese in bicicletta non significa semplicemente vivere panorami e scenari da favola, ma anche fare un percorso di enogastronomia affascinante e gustoso. Le  escursioni in bicicletta sono un modo intelligente di tenersi in forma e di vivere un'esperienza
inedita con le persone che si amano: siete pronti per una vacanza en vélo?

Bici e vacanze a Milano, parchi e Navigli

La città meneghina è un importante centro nevralgico italiano, tra arte, cultura, innovazione: è una metropoli che offre tutto quello che state cercando, soprattutto se vi piace una vita attiva e dinamica. Centro di passaggio dei trend più alla moda, Milano propone però anche tanti itinerari fuori porta per vivere la periferia e i paesaggi incontaminati della campagna, un toccasana contro lo stress di tutti i giorni.
Questa è l'occasione per una gita al parco delle Groane, nell'alta pianura lombarda, una bellissima area naturale a nord-ovest dalla città.
Instituita nel 1976, prende il nome dalle origini storiche delle brughiere, chiamate per l'appunto Groane.
Libera dal traffico, è una zona fantastica da visitare in bicicletta, con tanti itinerari da vivere acontatto con la natura. Grazie ai percorsi ciclo-turistici del parco è possibile raggiungere  Garbagnate Milanese da Milano Cadorna o seguire la pista ciclabile per via dell'Acqua.
Sempre fuori porta a Milano c'è il percorso Naviglio della Martesana che che arriva fino a Cassano d'Adda: il canale parte dalla stazione centrale milanese ed è lungo più di 30 km. Fatto edificare dagli Sforza nel 1475, è un percorso molto suggestivo in cui si può stare a contatto con la natura e scoprire cascine, casolari, antiche dimore e case di campagna, il rifugio del week end milanese. La cascina, infatti, è il luogo in cui riscoprire il contatto con le origini e l'aria aperta, gustare cibi tipici e stare in mezzo agli animali.
Il percorso del Naviglio Pavese collega Milano al Ticino e percorre la periferia: superati Assago e Rozzano, i centri abitati cominciano a diradarsi e dopo aver attraversato la campagna si può ammirare la suggestiva Certosa di Pavia, una serie di edifici monumentali storici immersi nella
natura.

Il tour del Naviglio Grande invece parte dal più grande canale milanese ed è lungo ben 73 km, ma ovviamente potete decidere di farne solo una parte. Si parte dalla Darsena e si costeggiano luoghi pittoreschi come la chiesa di San Cristoforo e il vicolo dei lavandai.

Bici e vacanze a Torino

Se amate il Piemonte non potete perdervi un tour ciclistico nelle Langhe, nel Roero e nel Monferrato: la regione è un paradiso per i buongustai e per chi ha un palato gourmet, con degustazioni di vini e cioccolato. Il percorso ciclo-turistico parte da Torino con un terreno pianeggiante fino a Fossano, da cui si irraggiano numerosi itinerari con leggeri dislivelli nelle località tra Barolo, Monferrato e Alba.
Percorrere in bicicletta queste zone straordinarie significa fare una vera e propria esperienza sociale: si parte da Torino, chiamata anche piccola Parigi per l'influenza storica della cultura francese; Bra e Alba sono perle di enogastronomia eccezionali in cui assaggiare tartufi pregiati e vini delle  migliori cantine.
L'itinerario si conclude con Casale, una amena cittadina nella pianura padana in cui degustare un risotto tipico e stare a contatto con la natura immersi nel verde, tra cascine e mulini ad acqua.

Una vacanza in bicicletta in Veneto

Un'altra regione del settentrione ricchissima di storia, di usi e di costumi: il Veneto offre agli amanti della bicicletta percorsi meravigliosi immersi nella pianura padana, ma anche un tragitto che dal Lago di Garda arriva fino al mare. Cocooners ha selezionato per voi tutti i migliori tragitti cicloturistici da non perdere:


- Walk Rivalunga del Garda a Bardolino
- Ciclabile delle Dolomiti
- Il Regno di Thor
- Percorso delle Rogge
- Ciclabile della Valsugana
- Percorso ciclo-turistico Ostiglia-Treviso
- Ciclabile sul lungomare di Bibione
- Percorso ciclabile della Via dell'Acqua.


Altre esperienze indimenticabili in Veneto per gli appassionati di gite in bici sono a Verona, lungo l'Amarone con pranzo al sacco presso le migliori cantine, i colli Euganei, i bacari da visitare in bici a Venezia (prepararsi a imbracciare la bici su e giù per i ponti!), Dobbiaco, il percorso del vecchio Trenino ad Asiago e molte altre ancora.

Bici e vacanze a Firenze

Firenze e i dintorni toscani offrono innumerevoli itinerari e percorsi per chi ama le due ruote, da fare in coppia, con un gruppo di amici o con la famiglia. Ad esempio, il percorso del Renai di Signa è particolarmente indicato per nonni e bambini perché è caratterizzato da ciclabili ben tenute.


Si parte dal Parco delle Cascine, il polmone verde di Firenze, e si prosegue sul percorso che costeggia il Mugnone, un paesaggio immerso nelle bellezze della natura lungo il fiume Arno. In questo luogo è possibile ritrovare un contatto diretto con il paesaggio e ammirare oliveti, vigneti, mulini ad acqua e a vento, casolari tipici toscani e centri naturali ricchi di differenti specie di flora e fauna. Dopo circa 11 km si arriva al celebre parco del Renai che offre diverse attrazioni per rilassarsi dopo una pedalata: campi da golf, beach volley, il parco protetto del WWF, un paesaggio costellato da piccoli laghi naturali e artificiali dove prendere un aperitivo o praticare sport acquatici.


Un altro percorso fiorentino molto interessante è quello lungo il fiume Arno, un percorso di circa 4 km che arriva al Ponte Vecchio. Durante l'itinerario in bicicletta incontrerete il monumento all'indiano (in onore ad un antico principe indiano che morì a Firenze e le cui ceneri furono sparse nell'Arno) e la chiesetta di Santa Maria del Carmine in cui ammirare gli affreschi del Masaccio. Un altro itinerario a due ruote molto battuto dai ciclisti amatoriali è quello che collega Firenze alla città di Bologna: si chiama la via degli Dei ed è lungo 120 km, un percorso suggestivo che attraversa gli Appennini e scende a valle sui celebri colli bolognesi. Si parte da Firenze e si arriva a Fiesole da cui si può ammirare un bellissimo panorama dall'alto, quindi si percorrono i colli del Mugello, fino a San Piero a Sieve. Si prosegue per il pittoresco
passo della Futa (che è anche un itinerario molto amato dai motociclisti) e si superano Monzuno e Sasso Marconi, nella periferia bolognese.
Si tratta di un'antichissima strada romana di cui si possono ancora scorgere i resti dei vecchi selciati: è un percorso piuttosto difficile quindi è consigliato a ciclisti esperti. Si prosegue costeggiando tutto il fiume Reno e si arriva finalmente alla città di Bologna, si attraversano le porte
e si giunge a piazza Maggiore. Quella del Nettuno, per intenderci, quella cantata da Lucio Dalla nelle note indimenticabili di
Piazza Grande.


Infine, Cocooners vi propone il percorso che costeggia la riva sinistra dell'Arno e raggiunge le colline del Chianti, in cui assaggiare il noto vino nelle cantine locali della Chiantigiana e visitare i paesi di ponte a Nicchieri e Grassina.

Roma caput mundi: tutti i migliori percorsi ciclistici

Dove si può andare in bici a Roma, la città eterna che tutti ci invidiano? Dopo aver parlato dell'Italia settentrionale, ora si scende più a sud e si scoprono altri itinerari da fare in bicicletta, 200 percorsi tra piste ciclabili e tragitti misti a sentieri: la vista si apre a un paesaggio meraviglioso, quello che costeggia il Mar Tirreno, il lago di Bracciano e il Lungotevere, senza dimenticare le bellezze artistiche e i resti degli accampamenti militari degli Antichi Romani.

La pista ciclabile forse più famosa d'Italia è quella della Tiberina che attraversa tutta Roma: è di sicuro una bella occasione per vivere la città senza il caos del traffico e delle automobili. È lunga più di 32 km e parte da Roma Nord e da Castel Giubileo: si prosegue costeggiando tutto il fiume Tevere e si oltrepassa il ponte Milvio, proprio quello dei lucchetti degli innamorati. Dopo enormi prati verdi e una vegetazione lussureggiante si arriva all'Isola Tiberina, teatro di famose sagre e di innumerevoli percorsi di enogastronomia. Infine si raggiunge il Ponte di
Mezzocammino a Roma Sud. Se invece volete prendere la vostra bici e dalla capitale raggiungere il mare di Fiumicino, potete percorrere la pista Regina Ciclarum, lunga oltre 60 km e composta da alcune tratte:


- Terre estreme
- Terre del Nord
- Città Eterna
- Campi Elisi
- Via del Mare


Si tratta di un percorso molto variegato in cui si incontrano tante tipologie di paesaggio, tra cui il fiume Tevere e il centro della città, i boschi e alla fine il mare.
Se siete in vacanza a Roma con la vostra mountain bike non perdetevi il percorso ciclabile che costeggia i Laghi, un itinerario che supera le campagne a nord di Roma e arriva fino al parco del Lago di Bracciano.
Un panorama davvero suggestivo che sembra sospeso nel tempo, da vivere fino in fondo, magari con pic-nic sulle rive del lago.

Pronti a montare in sella?

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...