<?php echo e($model->title); ?>

Quali sono i 10 migliori libri assolutamente da leggere?

I titoli più interessanti secondo la redazione

Di Cocooners

Ogni anno l’editoria italiana e mondiale portano a disposizione dei lettori italiani una serie di libri molto interessanti che spaziano su molti temi, dalla narrativa al thriller, dal poliziesco alla saggistica, con autori noti e new entry nel mondo della letteratura. Scopriamo insieme i 10 libri da leggere nel 2021. Sei un lettore appassionato o vuoi semplicemente condividere la tua passione con altri lettori puoi dare un'occhiata al nostro articolo sui gruppi di lettura online.

 

I libri da leggere consigliati

Tra i libri assolutamente consigliati anche l’opera postuma del grande scrittore barcellonese Carlos Ruiz Zafon, intitolata "La città di vapore". Un libro struggente nel quale troviamo cinque racconti che hanno un collegamento con i personaggi principali della saga dedicata al "Cimitero dei libri dimenticati", e nei quali il lettore potrà immedesimarsi facilmente ritrovando le linee proprie dei racconti di Ruiz Zafon ed anche le sfumature di bellezza e di grazia tipiche della sua scrittura.

In questi racconti si trovano un architetto che vuole scappare da Costantinopoli, portandosi dietro le carte necessarie a creare una biblioteca inespugnabile, un uomo che vuole convincere Cervantes a cimentarsi nella scrittura di un libro, ed anche Gaudì che si trova impegnato in un viaggio sino ai limiti dell’umana fantasia. Un insieme di letture che coinvolge e ricrea immediatamente il rapporto con Ruiz Zafon, spesso primo in classifica con i suoi libri.

Il libro di Murakami Haruki intitolato "Abbandonare un gatto", oltre ad essere una delle novità dell’anno è anche il primo libro dell’autore giapponese nel quale viene messa da parte la filosofia orientale che caratterizza tutti i suoi libri e passa a raccontarsi come "uomo", con delle pagine sempre molto interessanti che rivelano al lettore l’infanzia dello scrittore e il rapporto avuto con il padre.

Murakami Haruki non è sempre andato d’accordo con suo padre, ma nello stesso tempo sono stati molti i momenti che i due hanno condiviso, uno dei quali è quello di abbandonare insieme un gatto. Il libro è uscito esattamente 11 anni dopo la morte del padre e lo scrittore giapponese ha messo sulla carta un sincero e toccante ritratto del genitore. Il libro è completato da una serie di disegni di Emiliano Ponzi uno dei maggiori illustratori del nostro tempo, con una esatta "traduzione" delle parole dell’autore.

Il re del romanzo horror statunitense, Stephen King è tornato nelle librerie con il romanzo intitolato "Later" nel quale il personaggio principale è un bambino, Jamie Conklin del quale lo scrittore descrive la crescita, la fase più importante ma nello stesso tempo la più problematica della sua vita. Jamie Conklin è un bambino speciale grazie ad un potere che gli altri non possiedono e questa sua caratteristica porta la madre a suggerirgli sempre di non avere tentazioni e di comportarsi sempre con grande prudenza.

Nel corso della sua vita il personaggio del libro dovrà dunque cedere in determinate occasioni e in molte occasioni questi cedimenti sono fatti per amore degli altri. Questo fatto causerà un certo numero di problemi e Stephen King con questo nuovo libro regala ai lettori un altro romanzo di formazione, ma nello stesso tempo un libro che consente di scegliere tra il bene e il male, mettendo ancora una volta in evidenza quel tocco magico e nello stesso tempo perturbante che solo lui sa trasmettere.

Figlia della cenere, ultimo libro di Ilaria Tuti, riporta sulle scene una poliziotta, Teresa Battaglia, che dopo aver indagato su molti casi diversi, questa volta si vede costretta ad indagare sulla propria vita passata. Il libro della Tuti propone ai lettori una situazione molto intrigante con un mix di spietata violenza che si unisce a momenti dove la fanno da padrone il sentimento e la debolezza. Scavare tra la cenere è certamente molto difficile per tutte le persone e la scrittrice lo evidenzia molto bene nel suo personaggio, chiamato a scoprire non soltanto il proprio passato ma anche riflessi di avvenimenti accaduti alle persone care.

La figura femminile appare molto ben tratteggiata e vengono messe in evidenza sia la sua perspicacia e la sua preparazione di donna molto colta, che la consapevolezza del suo passato lacerante che non l’abbandona e che rischia di lasciarla all’interno di un buco nero. Un personaggio che Ilaria Tuti ha reso appetibile al pubblico che si interroga sulla riuscita o meno del suo compito.

Libri interessanti

Alberto Angela ha pubblicato il secondo libro della Trilogia di Nerone, nel quale spiega molto chiaramente il perché della decisione dell’imperatore, uno dei più grandi della storia di Roma, di appiccare l’incendio alla sua amata città. La narrazione di Angela parte proprio dalla notte che gli storici hanno ben individuato, quella del 18 luglio del 64 d.C., e si basa sulle fonti storiche, archeologiche e scientifiche. Oltre a questo, per avere una maggiore comprensione dell’incendio, Alberto Angela ha avuto modo di consultare documentazioni fornite da esperti contemporanei di incendi e varie consulenze sull’argomento.

Come tutti i libri del grande divulgatore, anche questo racconta e spiega in maniera molto chiara gli avvenimenti del tempo, mettendo in evidenza i più salienti, fino a creare una lettura imperdibile. Tutti i libri di Alberto Angela ottengono un meritato successo e sono apprezzati da tutti gli appassionati di storia sia adulti che giovani, proprio per la chiarezza e la semplicità.

Basta un caffè per essere felici, ultimo lavoro di Toshikazu Kawaguchi, è un romanzo magico nel quale il lettore può dimenticare le preoccupazioni di tutti i giorni lasciandosi sorprendere dalla narrazione che riporta al centro la caffetteria che già in precedenza ha incantato e sorpreso i lettori di tutte le parti del mondo. L’ambientazione è quella di una caffetteria situata in un piccolo paese del Giappone. Gli avventori che entrano in questa caffetteria hanno la possibilità di vivere delle esperienze indimenticabili, soltanto sorseggiando una tazzina di caffè. Questo è possibile per Gōtaro, che non è riuscito ad aprire il suo cuore alla ragazza che lui stesso ha cresciuto come fosse una figlia, e per Yukio, che non è rimasto vicino alla madre quando aveva bisogno di conforto, per cercare di inseguire i suoi sogni personali.

Altri personaggi che escono dalle pagine del libro in tutta la loro pienezza sono Katsuki, che non ha detto una verità dolorosa alla propria fidanzata per non causarle una sofferenza, e Kiyoshi, che non è riuscito a dire addio a sua moglie nel modo che avrebbe voluto, Tutti questi personaggi hanno un conto in sospeso con il loro passato, ma all’interno della caffetteria, riescono a rendersi conto che per essere felici è necessario imparare sia a perdonarsi che a perdonare, non cancellando quello che è accaduto in passato.

Il libro di esordio di Lucia Gravante, intitolato Il sole nasce per tutti mostra un’autrice abbastanza diversa da quello che è apparsa prima dell’uscita del libro. Lucia Gravante infatti è una attrice che si è resa famosa partecipando al docureality televisivo Il Collegio. Qui l’autrice mostra tutta la sua natura sensibile e, viaggiando nel suo passato, ritorna fino agli anni dell’adolescenza nei quali per lei accertarsi e farsi accettare dagli altri risultava abbastanza complesso. Nonostante questo ha sempre affrontato le difficoltà che la vita le metteva davanti, con l’aiuto della cultura e dell’arte, diventate come un "raggio di sole" capace di illuminare il buio della sua esistenza.

Il libro di Lucia Gravante è una splendida testimonianza e nello stesso tempo un viaggio attraverso una serie di emozioni e attraverso le parole di un racconto o di una poesia o di un film, nel quale si va alla ricerca della resilienza, del coraggio e della fiducia, dato che "Il sole nasce per tutti" anche dopo il passaggio della notte più nera in assoluto.

Libri da leggere estate nell’estate 2021

Vecchie conoscenze è l’ultimo libro di Antonio Manzini che fa parte della serie dedicata all’ispettore romano Rocco Schiavone, che è stato trasferito ad Aosta e si trova sempre alle prese con omicidi e inchieste che vengono catalogate in scala da 1 a 10 nelle "rotture". Rocco è un uomo burbero e sempre alle prese con il pensiero della moglie morta in un agguato quando si trovava in macchina con lui che era il vero bersaglio. Il suo carattere nervoso e malinconico si conferma anche in questa ultima indagine durante la quale si trova alle prese con la brutale uccisione di una professoressa in pensione.

Nello stesso momento riemergono i ricordi per l’amico di infanzia Sebastiano e per l’uccisione di sua moglie avvenuta proprio ad Aosta da parte di Enzo Baiocchi fratello dell’uomo che aveva ucciso la moglie di Rocco. Sebastiano torna a farsi vivo con il vicequestore e le storie si intrecciano, con grande efficacia descrittiva, dalla neve che è sempre protagonista, così come Lupa, il cane di Schiavone, e la vita ad Aosta che vorrebbe lasciarsi alle spalle ma non può.

Stai zitta di Michela Murgia è il nuovo libro della scrittrice sarda che porta i lettori a riflettere sulle inesattezze che tutti i giorni vengono perpetrate nei confronti delle donne nella lingua italiana. Un esempio viene dai nomi sempre coniugati al maschile anche quando ci si riferisce ad una donna. Un esempio lampante è quello delle professioni come architetto, avvocato ed anche alle cariche come sindaco, che non vengono mai coniugate al femminile.

Michela Murgia, battagliera come sempre, ha deciso di ribellarsi a questa situazione e parte proprio da quella espressione che dà il titolo al libro, per scrivere sulle donne e sulla lingua italiana. In Stai Zitta, l’autrice mostra ancora una volta la sua arguzia e veracità, informando i lettori su quello che si deve sapere per non cadere in scorrettezze come quelle di genere. Un libro che porta dentro anche la speranza che questa era possa essere superata in breve tempo.

Enrico Brizzi torna a parlare della primavera che già aveva descritto nel suo libro intitolato Jack Frusciante è uscito dal gruppo. In La primavera perfetta l’autore racconta la storia di un uomo, Luca Fanti, che ha un grande successo nella vita grazie al ruolo di manager del fratello ciclista ed improvvisamente si ritrova a fare i conti con una rovinosa caduta. La causa di tutto è l’interruzione del rapporto con il fratello per un litigio, che causa problemi a Luca anche nella sua vita coniugale, portandolo al divorzio.

Altri guai sono in agguato nella sua vita, visto che non vengono mai da soli, e quindi Luca Fanti spera ardentemente nell’arrivo della primavera, sperando che con questa ritorni nella sua esistenza anche la serenità. Un libro che è davvero imperdibile.

Pronti a buttare in valigia questi libri?

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...