<?php echo e($model->title); ?>

Verdure di stagione: ottobre

Notizie dall'orto, consigli e ricette per tutti

Di Cocooners

Le verdure di stagione in ottobre sono molte, sono sempre da preferire e daranno vita a piatti davvero golosi e ricchi di vitamine, minerali e sostanze benefiche per tutto l'organismo e l'umore. Sono molti i motivi per i quali è bene scegliere frutta e verdura di stagione: si può così approfittare del Km zero, dell'acquisto cioè di vegetali coltivati sul posto, su prodotti autoctoni e naturalmente ricchi di nutrienti essenziali. Vengono poi ridotti i consumi di pesticidi perché una pianta coltivata nella sua stagione di origine non ne ha bisogno e, non meno importante, l'impatto ambientale dovuto anche ai trasporti e all'uso dei già citati antiparassitari viene ridotto notevolmente. Qui un ampio elenco della verdura da acquistare e gustare nel mese di ottobre con tante ricette e suggerimenti pratici per preparare manicaretti deliziosi e salutari.

Verdure di stagione di ottobre: quali acquistare e perché

Quali sono le verdure di stagione del mese di ottobre? Di seguito abbiamo voluto elencare le principali, quelle consigliate dai nutrizionisti e dagli chef. Al momento dell'acquisto è bene però accertarsi che siano di provenienza italiana, meglio se a Km zero e prodotte da coltivatori locali, oppure frutto del vostro orticello domestico.

  • La zucca, è la vera protagonista del banco orto-fruttifero di ottobre, è disponibile in tantissime versioni (ne esistono oltre 500 varietà) ed è ricca di Omega 3, è ideale contro il colesterolo, sazia e, a seconda della tipologia, ha un gusto dolce che si sposa bene nelle preparazioni più varie, dagli antipasti al dessert.
  • La barbabietola, dal caratteristico colore rosso-viola è un toccasana per alleviare stanchezza psico-fisica, inappetenza e anemia. È ricca di vitamine, sali minerali e oligo-elementi che rivitalizzano i globuli rossi e riequilibrano i livelli di ferro nel sangue. La si gusta in insalata, previa bollitura, ma anche in minestre, zuppe, risotti, nei canederli, sotto forma di mousse o dessert.
  • Le patate novelle, dette anche primaticce, hanno spiccate proprietà ricostituenti e rinforzano il sistema immunitario. Hanno infatti maggiori qualità benefiche rispetto alle patate che hanno raggiunto un alto grado di maturazione, soprattutto sono ricche di vitamina C, zinco e selenio.
  • Il cavolfiore, controlla i livelli glicemia, è un antiossidante e antinfiammatorio naturale, contrasta stitichezza e sovrappeso, svolge un'azione detox e lo si gusta in ricette salate per tutti i gusti, dai primi piatti agli antipasti freddi e ne esistono tante varietà golose.
  • La verza, è un toccasana per mantenere la pelle e i tessuti idratati, ha pochissime calorie, aiuta a mantenere la pressione sanguigna ai giusti livelli ed è anche detox. È ricca di sostanze nutritive indispensabili alla salute dell'organismo come le vitamine A, C e K, il ferro, il fosforo, il potassio, il calcio e lo zolfo.
  • I broccoli, sono antiossidanti per eccellenza, contrastano la ritenzione idrica, fanno bene alla vista, regolano la pressione arteriosa, depurano sangue e fegato e hanno proprietà digestive, ma non sono indicati a chi ha problemi di tiroide in quanto potrebbero ridurre l'assorbimento di iodio.
  • I funghi, sono ideali per chi cerca verdure light e anti-colesterolo, sono antiossidanti naturali e apportano notevoli sostanze nutritive essenziali. Sono ricchi di vitamine del gruppo B, di magnesio, potassio, fosforo e selenio, si gustano nelle ricette più varie, dall'antipasto ai secondi piatti, senza tralasciare i contorni.
  • I peperoni, sono ideali per contrastare la ritenzione idrica, aiuta in caso di stitichezza, hanno pochissime calorie e apportano molta acqua. Sono ricchi soprattutto di potassio, beta-carotene, vitamina A e C, si consumano crudi o cotti e ravvivano con i loro colori anche i piatti più classici.
  • Il radicchio, tipico della zona di Chioggia e Treviso, è perfetto per chi soffre di iper-colesterolemia, è molto leggero e digeribile, disintossica l'organismo ed è ricco di acqua e fibre. Aiuta l'apparato intestinale e contiene alte fonti di vitamine del gruppo B, C e K ed eccelle nel contenuto di potassio, inoltre lo si può gustare a tutto pasto, anche nei dessert.
  • Le melanzane, sono perfette per chi soffre di stipsi, sono molto ricche di fibre, sono un toccasana in caso di gotta, anemia e oliguria. Hanno proprietà detossinanti, diuretiche ed antinfiammatorie, ma chi ha problemi di fegato è bene ne consumi in moderate quantità perché non sono sempre facili da digerire.
  • Il porro, è naturalmente diuretico, depurativo grazie all'alto contenuto di fibre e acqua; è un antiossidante ricco di minerali e vitamine indispensabili al nostro organismo e se ne consiglia soprattutto il consumo a crudo.
  • Lo scalogno, è un toccasana per la salute e la bellezza di capelli, unghie e pelle grazie al suo alto contenuto di calcio, selenio, fosforo, silicio e zolfo. Lo si può conservare anche sott'olio o sott'aceto, mentre a crudo è un'ottima base per risotti, piatti di carne, stufati, insalate, contorni e sughi.
  • Il sedano, è un ottimo antiossidante, depurativo e diuretico, ha un sapore fresco e versatile ed è ricco di vitamina C, K e in minore quantità di quelle del gruppo B ed E. Apporta all'organismo, se consumato crudo, una buona quantità di potassio, magnesio, calcio e fosforo.
  • Le zucchine, sono ideali per alleviare i problemi legati all'apparato urinario e intestinale e hanno un effetto leggermente lassativo se consumate in discreta quantità. Sono antiossidanti e contengono una notevole dose di potassio, acido folico, vitamina C ed E.
  • I fagiolini, sono antiossidanti notevolmente ricchi di calcio, di beta-carotene e di luteina, quest'ultima un vero toccasana per la salute della vista, dei capelli e delle unghie. Grazie al buon apporto di fibre i fagiolini sono ideali per depurare l'organismo e si prestano a diverse preparazioni culinarie regionali e non.
  • Il rabarbaro, è ideale per alleviare i problemi legati al fegato, mentre in quantità medio-elevata diventa lassativo. Al contrario, se assunto in piccole dosi, è un ottimo digestivo e diuretico naturale. Il rabarbaro ha un gusto particolare, è un po' sottovalutato, ma si presta bene a preparazioni sia dolci che salate molto diverse tra loro, alcune legate alla tradizione regionale italiana.
  • La lattuga, è la verdura principe per chi vuole tenere sotto controllo il peso e gli accumuli adiposi in quanto è depurativa, detossinante e ricca di fibre. La lattuga contiene principalmente acqua, tantissimi minerali come il potassio, il fosforo, il selenio, il calcio, il magnesio, il rame, il ferro e lo zinco. Notevole è anche l'apporto vitaminico legato al gruppo B, ma pure alle singole vitamine A, C, E, J e K.

Verdura di stagione di ottobre: tutte le proprietà da non sottovalutare

La verdura e la frutta di stagione del mese di ottobre ha notevoli proprietà benefiche, come visto anche nel nostro elenco sopra. Ogni stagione è ricca di prodotti naturali, della terra, che hanno uno specifico apporto nutritivo, ideale per contrastare i malanni periodici e per vivere al meglio le criticità dell'autunno-inverno in questo caso. A ottobre la natura ci offre frutta e verdura ricca di antiossidanti e di sostanze capaci di nutrire profondamente, ma di non appesantire il corpo. Come visto ci sono verdure leggere, povere di calorie e che si possono abbinare, senza sensi di colpa, a pietanze nettamente più caloriche e tipiche dei mesi freddi come le fondute, i formaggi, gli stufati, ecc.

Un aspetto molto interessante è la capacità della frutta e verdura di stagione di ottobre di aumentare le difese immunitarie. Nei mesi caldi infatti queste sono più alte, mentre quando inizia il freddo l'organismo necessita di un aiuto in più per contrastare i malanni stagionali come raffreddore, febbre, attacchi virali, ecc. Per garantire il massimo apporto di questi nutrienti è consigliabile, quando possibile, consumare frutta e verdura a crudo e almeno 5 porzioni di vegetali al giorno, meglio se variegate. Sì, è importante anche la varietà, cioè consumare settimanalmente, o giornalmente, frutta e verdura di stagione diversa così che l'organismo possa godere di nutrienti diversi e anche a livello gustativo e dell'umore si noteranno ben presto ottimi riscontri.

Le ricette più gustose a base di verdure stagionali

Le verdure di stagione di ottobre sono davvero tante, alcune vi piaceranno di più, altre forse non le avete mai assaggiate. Di seguito abbiamo voluto descrivervi e farvi conoscere delle ricette facili da replicare a casa e che vi aiuteranno a fare il pieno di gusto e di nutrienti. Sono ricette semplici, gustose e ideali da servire in ogni occasione, pure quando si hanno ospiti a pranzo o a cena.

  • Caserecce sedano e gorgonzola

Per realizzare le caserecce basterà tritare finemente un cuore di sedano e far sciogliere 150 grammi di gorgonzola, dolce o piccante a scelta, in qualche cucchiaio di latte. Lessare 300-350 grammi di caserecce e poi condire con la fonduta di gorgonzola e il sedano tritato, per completare spolverate con pepe nero.

  • Carpaccio di stagione

Chi non resiste ad un carpaccio colorato e goloso? A ottobre si può realizzare con radicchio tagliato finemente con una mandolina, al quale aggiungere una mela rossa o verde a fettine, qualche chicco di melagrana, scaglie di Grana Padano o di ricotta salata, noci, un filo di olio e aceto balsamico.

  • Cavolfiori in umido

Il cavolfiore in umido è un piatto caldo, gustoso e ideale a pranzo o a cena, facile da arricchire con frutta secca, sottaceti e altre leccornie stagionali. Basterà lessare le cimette di cavolfiore, precedentemente lavate, in poca acqua salata e aggiungere un paio di cucchiai di concentrato di pomodoro. Se si preferisce un risultato più sapido e gustoso sostituire all'acqua, non salata, del brodo vegetale o di carne e cuocere sempre fino a quando il cavolfiore risulta tenero ma ancora sodo. La pietanza si può servire nel padellino di cottura, specie se questo è di cotto o coccio e per un risultato gourmet basterà aggiungere pomodori secchi, crostini di pane e qualche pezzetto di fontina.

comments icon 0 commenti
Vuoi lasciare un commento? accedi
Loading...