<?php echo e($model->title); ?>
Cammini

Cammino 4 giorni "La via Francigena del Lazio"

In cammino da Viterbo a Roma alla scoperta del Lazio. Prenota subito.

Scopri di più

Vuoi parlare con noi? Eccoci allo  055 23040739

Date di partenza: 

5-8 settembre 2021

A partire da: 895 €

SISTEMAZIONE

4 Pernottamenti in camera doppia/twin (supplemento singola su richiesta) in hotels ***/****, e B&B con prima colazione

DESCRIZIONE

Un viaggio emozionante dal primo all’ultimo passo: l’ultimo tratto della Via Francigena, da Viterbo a Roma.

Partiremo insieme dal cuore di Viterbo, con il suo misterioso quartiere pellegrino e i maestosi palazzi papali.  Ogni giorno un’emozione, una nuova scoperta, un momento in cui fermarsi un po’ sbalorditi: antiche strade etrusche tagliate nella roccia, cascate, anfiteatri ricavati dal tufo, parchi archeologici, resti di torre antiche che si innalzano improvvisamente tra i noccioleti. 

Il paesaggio è quello bellissimo della Tuscia laziale: verde e collinare, costellato di antichi borghi e tracce di civiltà antiche. 

Il traguardo è Roma, la città eterna, meta di secoli di pellegrini, santi e cavalieri. 

Il viaggio è confermato al raggiungimento del numero minimo di 5 partecipanti.

ITINERARIO

Il chilometraggio fa riferimento alle tappe tagliate 

Giorno 1: Da Viterbo a Vetralla, 16 km

Il nostro viaggio inizia da Viterbo: qui ci ritroviamo con il gruppo e la guida Sloways che ci accompagnerà per tutto il viaggio.

Antica città pontificia – la residenza papale fu spostata qui dal 1257 al 1281, per proteggere il pontefice da alcune rivolte ad opera dei nobili romani – la città è famosa per la scenografica Festa di Santa Rosa e per il fascino del quartiere medievale di San Pellegrino, il vecchio quartiere medievale. 

Dopo una breve visita, il nostro cammino comincia in direzione di Vetralla, borgo nel cuore dell’antico territorio etrusco. Subito fuori Viterbo, la prima sorpresa: attraversiamo un’antica tagliata etrusca completamente scavata nella roccia.

Continuiamo poi tra campagna e noccioleti, fino ad incontrare – un'apparizione inaspettata tra file di noccioleti - le torri d’Orlando, secondo la leggenda luogo di nascita del celebre paladino furioso, ottimo luogo per la pausa pranzo. 

Infine, l’arrivo al borgo etrusco di Vetralla. 

Giorno 2: Da Vetralla a Sutri. 24 km (o 16km + bus) 

La tappa di oggi attraversa il paesaggio della Tuscia fino a Sutri: una tappa varia e molto verde, tra campi coltivati, foreste ombrose e torrenti da attraversare su ponti di legno. 

L’ultima parte del cammino, in particolare, ricorda una foresta incantata: è un paesaggio fiabesco, parte del fascino che rende la sezione laziale della Via Francigena affascinante e inaspettata, più selvaggia di quella toscana ma altrettanto sorprendente.

Sutri è famosa per lo splendido anfiteatro scavato nel tufo locale, risalente ad un periodo compreso tra la fine del II ed il I secolo, e per la chiesa della Madonna del Parto: anticamente un luogo di culto del Dio ellenistico Mitra, la chiesa (anticamente detta “Mitreo”) fu cristianizzata e decorata da affreschi a tema religioso, parzialmente conservati sulle pareti di tufo.

 La giornata si conclude nella pace dell’Antico Borgo di Sutri, una dimora fuori paese tanto confortevole da aver vinto la competizione di “Quattro Hotel” tra gli alberghi della Tuscia. 

Giorno 3: Da Sutri a Campagnano, 24 km ( 0 14 con bus da Sutri a Monterosi) 

Dall’Antico Borgo, imbocchiamo un sentiero che ci riporta sul tracciato ufficiale della Via Francigena: tra le bellezze naturalistiche della giornata, la frescura delle cascate di Monte Gelato, nel lussureggiante Parco Regionale Valle del fiume Treja. 

Si prosegue poi lungo una strada panoramica nel Parco Naturale di Vejo, che dopo una salita finale immersa in un paesaggio verdissimo ci conduce alle porte del borgo di Campagnano di Roma, situato su un’altura di roccia tufacea circondata dalla Valle di Baccano, un antico lago vulcanico poi prosciugato. 

Qui potremo riposarci nel Parco Venturi – dimora di un tasso trecentenario caro agli abitanti locali – e gustare la prelibata cucina dell’hotel che ci ospita, il cui ristorante è apprezzatissimo anche dai locali. 

Giorno 4: Da Campagnano a Isola Farnese, 23 km (vari punti per accorciare il tragitto e tagliare anche 10km) 

Da Campagnano proseguiamo attraverso il parco naturale di Veio con le sue colline boscose, fino ad entrare nell’incantevole Valle del Sorbo

Lungo il cammino potremo ammirare il Santuario della Madonna del Sorbo e il centro storico di Formello, con i suoi bei palazzi medievali. Dopo il piccolo borgo di Isola Farnese, arroccato su una rupe circondata dai boschi e dominata dal Castello Farnese, raggiungiamo Roma con un breve viaggio in treno. 

Chi volesse proseguire il cammino e giungere a Roma a piedi può facilmente partire domani mattina e ritornare a questo punto con i mezzi pubblici, per poi coprire la distanza che separa La Storta da San Pietro. 

Giorno 5: Opzionale – da La Storta a Roma 

Chi lo desidera può oggi percorrere il tratto che separa La Storta dalla Città Eterna

Dopo un primo tratto trafficato, ci si immerge nel Parco dell’Insugherata,  un’oasi selvatica popolata da cinghiali, volpi e tassi: incredibile pensare che questo luogo incantato si trovi a pochi passi dal traffico della metropoli! 

Dopo qualche chilometro di quiete assoluta risaliremo verso la Via Trionfale, qualche breve istante di traffico prima di rifugiarci nuovamente nel verde del parco di Monte Mario, dal quale prima vedremo Roma ai nostri piedi e poi avvisteremo il “cupolone” di San Pietro, la cui vista vale l’intero viaggio. 

Da qui scenderemo verso Piazza San Pietro, punto di arrivo del nostro viaggio e dell’intera Via Francigena del nord.

La quotazione include:

  • N° 4 pernottamenti con colazione inclusa nelle strutture indicate nel programma;
  • N° 4 cene (acqua e caffè inclusi) presso le strutture o presso ristoranti locali;
  • N° 4 pranzi picnic;
  • Biglietti mezzi pubblici per raggiungere Roma da La Storta 
  • Eventuali biglietti per accorciare le giornate tramite bus pubblico 
  • Trasporto bagagli fra le strutture;
  • Credenziale del pellegrino;
  • Ingresso camminamento mura Monteriggioni (G3);
  • Guida esperta dal giorno 1 al giorno 5;
  • Assicurazione medico bagaglio;
  • Assistenza 24/7.

 

La quotazione NON include:

  • viaggio per raggiungere le località di arrivo e partenza;
  • le visite e gli ingressi - le mance;
  • gli extra di carattere personale;
  • eventuali tasse di soggiorno;
  • assicurazione annullamento (quotabile su richiesta);
  • tutto quanto non specificato sotto la voce “la quota comprende”.

Ulteriori informazioni

Si possono richiedere oltre ai servizi compresi nella quota:

  • supplemento camera singola
  • assicurazione annullamento

Scarica il pdf con i dettagli del viaggio!

scarica
Salva
Salva
Loading...